Migranti e inchiesta Edeco-prefettura, Salvini attacca il Pd

Il ministro degli interni interviene sulla pubblicazione delle intercettazioni in cui l'ex prefetto di Padova Patrizia Impresa parlava di "porcherie" commesse nella gestione dell'accoglienza

ROMA. «Il governo di centrosinistra negava l'emergenza sbarchi, ma poi scaricava il problema sui prefetti e li costringeva a spostare i clandestini da un Comune all'altro - come nel gioco delle tre carte - per non irritare sindaci del Pd, ministri in visita o presidenti Anci del Pd. È il quadro vergognoso che emerge dall'inchiesta di Padova. Io, invece, voglio bloccare gli sbarchi e mi prendo tutte le responsabilità delle mie scelte. Se qualche funzionario ha sbagliato è giusto che paghi. Ma chi sono i mandanti politici di tutto questo?». Lo ha detto il ministro degli Interni, Matteo Salvini.

Il ministrio degli interni commenta così le intercettazioni pubblicate stamattina dal mattino di Padova nell'ambito dell'inchiesta sulla cooperativa Edeco, in cui l'ex prefetto di Padova, Patrizia Impresa, diceva fra l'altro: «È vero che ne abbiamo fatte di porcherie, però quando le potevamo fare».  

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Montalcino, il 'Sì' di Francesca Pascale e Paola Turci: "È una cosa meravigliosa"

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi