Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Acque reflue termali avviata la mappatura

ABANO TERMEL’amministrazione comunale di Abano ha stanziato 20 mila euro per la mappatura di tutte le condotte di scarico delle acque reflue termali al fine di disporne eventuali interventi e fissare...

ABANO TERME

L’amministrazione comunale di Abano ha stanziato 20 mila euro per la mappatura di tutte le condotte di scarico delle acque reflue termali al fine di disporne eventuali interventi e fissare agli albergatori la nuova tariffa del canone di scarico delle acque termali. «Abbiamo destinato 20 mila euro per effettuare un’analisi capillare delle condotte di scarico delle acque reflue», annuncia il vicesindaco e assessore al Bilancio del Comune di Abano Francesco Pozza. «In definitiva andr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ABANO TERME

L’amministrazione comunale di Abano ha stanziato 20 mila euro per la mappatura di tutte le condotte di scarico delle acque reflue termali al fine di disporne eventuali interventi e fissare agli albergatori la nuova tariffa del canone di scarico delle acque termali. «Abbiamo destinato 20 mila euro per effettuare un’analisi capillare delle condotte di scarico delle acque reflue», annuncia il vicesindaco e assessore al Bilancio del Comune di Abano Francesco Pozza. «In definitiva andremo a controllare lo stato di tutte le condotte, evidenziandone eventuali problemi. Dove sarà da sostituirle, perché ormai vetuste, saranno sostituite. Dove sarà necessario aggiustale, si provvederà a sistemarle». L’azione dell’amministrazione non è casuale. «In base allo stato delle condotte andremo a creare un nuovo Piano Economico Finanziario sugli scarichi delle acque reflue», osserva ancora Pozza. «Capiremo quanti interventi bisognerà sostenere e in base a quello andremo a discutere con gli albergatori una nuova tariffa del canone di scarico delle acque reflue. Sarà convocato un tavolo apposito nel quale comunicheremo, carte alla mano, la situazione agli albergatori. Questa azione è stata intrapresa per andare incontro alle esigenze e alle richieste dei nostri imprenditori alberghieri, che da tempo ci chiedono di abbassare la tariffa del canone. Il nostro obiettivo è di accontentarli». L’intento è quello di arrivare ad un accordo con gli albergatori di Abano, che versano un totale di 750 mila euro annui come quota di scarico delle acque reflue termali. In totale, per gli ultimi 5 anni, le aziende alberghiere devono circa 3 milioni e mezzo di euro al Comune. Soldi che piano piano stanno pagando. —

F.FR.