Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sinigaglia: «L’iter non è finito, servirà più tempo»

CARCERI«Un nuovo progetto definitivo entro il 2018? Ma va, ora la Regione perderà un altro anno per uscire davvero dalla concessione: prima vanno ascoltati i secondi in graduatoria». Ne è convinto...

CARCERI

«Un nuovo progetto definitivo entro il 2018? Ma va, ora la Regione perderà un altro anno per uscire davvero dalla concessione: prima vanno ascoltati i secondi in graduatoria». Ne è convinto Claudio Sinigaglia, consigliere regionale del Pd. Nell’ultimo bollettino regionale è stata pubblicata la delibera di giunta che sancisce l’uscita di scena dei privati che avrebbero dovuto realizzare il completamento della nuova Sr 10 da Carceri a Legnago, incamerando poi per 38 anni il pedaggio deg ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARCERI

«Un nuovo progetto definitivo entro il 2018? Ma va, ora la Regione perderà un altro anno per uscire davvero dalla concessione: prima vanno ascoltati i secondi in graduatoria». Ne è convinto Claudio Sinigaglia, consigliere regionale del Pd. Nell’ultimo bollettino regionale è stata pubblicata la delibera di giunta che sancisce l’uscita di scena dei privati che avrebbero dovuto realizzare il completamento della nuova Sr 10 da Carceri a Legnago, incamerando poi per 38 anni il pedaggio degli automobilisti per recuperare l’investimento. Giuseppe Maltauro spa (divenuta poi Icm spa), Nuova Coedmar srl e Intercantieri Vittadello avevano vinto la gara per la concessione avviata nel 2012, per un valore di 232 milioni di euro. Le inadempienze della Regione, il calo dei flussi di traffico e l’incremento dei costi hanno portato i privati a rinunciare. «L’assessore De Berti si dimentica di dire che l’iter amministrativo della gara non è ancora concluso, perché bisogna prima consultare il secondo arrivato (la Società delle Autostrade Serenissima, ndr) per sapere se è disponibile a portare avanti l’opera: si perderanno altri mesi, se non anni. La Sr 10 è l’ennesimo fallimento di Zaia che da anni ha proposto project e concessioni che si è rimangiato con notevolissimo danno per il territorio». Per la De Berti quelle del democratico sono invenzioni procedurali: «Non abbiamo alcun obbligo di far riferimento al secondo in graduatoria. Se poi questa società bussasse alla nostra porta reclamando di realizzare l’opera alle condizioni del 2012, beh, avremmo trovato una soluzione immediata al problema». —

N.C.