Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scarti e immondizie lasciati sotto al ponte

CODEVIGOContinuano senza sosta gli abbandoni indiscriminati di rifiuti nelle zone del territorio meno controllate. Tra le aree più colpite c’è storicamente quella sotto il cavalcavia della statale...

CODEVIGO

Continuano senza sosta gli abbandoni indiscriminati di rifiuti nelle zone del territorio meno controllate. Tra le aree più colpite c’è storicamente quella sotto il cavalcavia della statale 309 Romea a Santa Margherita, zona ripulita e bonificata appena qualche giorno fa dal Comune e già nuovamente riempita di immondizia e materiale ingombrante di vario genere.

Nel giorno di Ferragosto sono stati scaricati decine di sacchi neri contenenti soprattutto materiale di scarto, presumibilment ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CODEVIGO

Continuano senza sosta gli abbandoni indiscriminati di rifiuti nelle zone del territorio meno controllate. Tra le aree più colpite c’è storicamente quella sotto il cavalcavia della statale 309 Romea a Santa Margherita, zona ripulita e bonificata appena qualche giorno fa dal Comune e già nuovamente riempita di immondizia e materiale ingombrante di vario genere.

Nel giorno di Ferragosto sono stati scaricati decine di sacchi neri contenenti soprattutto materiale di scarto, presumibilmente proveniente da un cantiere edile, ma anche arredi provenienti dallo sgombero di qualche vecchia abitazione.

Dopo le segnalazioni l’amministrazione ha subito effettuato un sopralluogo. «Questa è una vergogna» ha commentato sui social il sindaco Francesco Vessio «e segno di profonda inciviltà. Mi scuso con i cittadini per questo scempio. Stiamo valutando provvedimenti seri e concreti, per arginare il fenomeno ed assicurare alla giustizia questi delinquenti ai quali faremo passare la voglia di compiere questi reati».

Alessandro Cesarato