Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Collaudata la barca-pilota per le “crociere” sul fiume

Il sindaco di Selvazzano  annuncia al Consiglio comunale  che il progetto del porticciolo turistico sul Bacchiglione ha ottenuto tutte le autorizzazioni

SELVAZZANO

L’imbarcazione appositamente realizzata per la navigazione turistica sul Bacchiglione è pronta e ha già fatto la “crociera” di collaudo. Lo ha comunicato al Consiglio comunale il sindaco Enoch Soranzo durante la discussione della variante al Piano degli interventi che riguardava due modifiche urbanistiche per realizzare l’approdo turistico a Tencarola.

«L’imbarcazione, costruita con appositi accorgimenti per superare le difficoltà dei ponti a Battaglia Terme, ha già navigato nel tra ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SELVAZZANO

L’imbarcazione appositamente realizzata per la navigazione turistica sul Bacchiglione è pronta e ha già fatto la “crociera” di collaudo. Lo ha comunicato al Consiglio comunale il sindaco Enoch Soranzo durante la discussione della variante al Piano degli interventi che riguardava due modifiche urbanistiche per realizzare l’approdo turistico a Tencarola.

«L’imbarcazione, costruita con appositi accorgimenti per superare le difficoltà dei ponti a Battaglia Terme, ha già navigato nel tratto fino a Monselice, che sarà l’itinerario turistico una volta che saranno realizzati gli approdi. Il primo sarà in golena Sabbionari a Tencarola: ha ottenuto tutte le autorizzazioni, anche da Soprintendenza e Genio civile. Pareri che hanno migliorato il progetto, come la prescrizione della Soprintendenza che ha suggerito di rivestire le fiancate del porticciolo con la trachite»

Su tempi, costi e interventi ha chiesto lumi Ulderica Mennella (M5S). «L’opera verrà a costare circa 160 mila euro», ha risposto il sindaco. «Il progetto tiene conto delle particolarità ambientali del sito: saranno messe in atto le indicazioni che ci sono state fornite dagli enti competenti per limitare l’impatto ambientale».

Antonio Santamaria (Pd) ha chiesto invece informazioni sull’ampliamento del cimitero di Caselle, anche alla luce del disinteresse dimostrato dai cittadini per il bando delle cappelline di famiglia, riproposto più volte senza il risultato sperato.

Gli introiti delle cappelline dovevano servire a finanziare la costruzione di 200 nuovi loculi. «Visto l’andamento negativo della gara, per i loculi stiamo valutando un piano di finanziamento con risorse proprie», ha affermato Soranzo. «Per tutto il 2018 problemi di spazio non ce ne sono. Anche perché prende sempre più piede la cremazione. Gli uffici stanno procedendo a una valutazione del problema per evitare di costruire loculi che potrebbero restare inutilizzati. È assai probabile che si proceda per stralci». —

Gianni Biasetto