Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rally notturni in via Spellatteria monta la protesta fra i residenti

Sui social fioccano segnalazioni di scorribande con potenti auto Gli organizzatori della gara di Scorzè hanno escluso si  trattasse di loro concorrenti 

TREBASELEGHE

Rally notturni in via Spellatteria, protestano i residenti: «Non è una pista, vadano in circuito». Sembra che l’annuale manifestazione sportiva che si tiene con successo a Scorzè abbia offerto l’occasione a qualche sconsiderato di scatenarsi nottetempo lungo le vie di Trebaseleghe. Lo sanno bene i residenti di via Spellatteria, che hanno protestato vivacemente portando alla luce il problema.

A disturbare queste notti, in particolare, sarebbero degli automobilisti alla guida di Su ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TREBASELEGHE

Rally notturni in via Spellatteria, protestano i residenti: «Non è una pista, vadano in circuito». Sembra che l’annuale manifestazione sportiva che si tiene con successo a Scorzè abbia offerto l’occasione a qualche sconsiderato di scatenarsi nottetempo lungo le vie di Trebaseleghe. Lo sanno bene i residenti di via Spellatteria, che hanno protestato vivacemente portando alla luce il problema.

A disturbare queste notti, in particolare, sarebbero degli automobilisti alla guida di Subaru che non si fanno scrupolo di passare a tarda sera “con la marmitta aperta e minimo a 70 all’ora” su una strada con curve strette, poco illuminata e con un limite di 50. A quell’ora non tutti si sono ritirati e c’è gente che passeggia in cerca di refrigerio dall’afa estiva e chi porta a spasso il cane, ragion per cui il rischio di qualche investimento di pedone non è del tutto escluso. È il timore di chi in via Spellatteria ci vive. Le proteste sono fioccate anche sui social e qualcuno si è preso la briga di contattare gli organizzatori del Rally. I quali hanno escluso che si trattasse di concorrenti, che hanno un calendario ben definito per le prove e personale che gira e segnala e, soprattutto, stacca salatissime e squalifiche a chi viola le regole.

I responsabili delle scorribande, secondo gli organizzatori della kermesse sportiva, sarebbero persone in vena di imitazioni, per altro già individuate e segnalate alle forze dell’ordine. C’è pure una foto che immortala uno di loro: arriva intorno alle 23 e pesta sull’acceleratore. Il rombo del motore rimbomba in tutta la via e alza il livello delle proteste. Va detto che l’organizzazione della manifestazione nei giorni precedenti avvisa correttamente i residenti con un volantino distribuito porta a porta. Inoltre nella giornata del Rally la via è chiusa, non nei giorni precedenti e dunque qualcuno ne approfitta.

Il comportamento di alcuni esagitati ha rischiato di compromettere il buon rapporto tra l’organizzazione e il Comune di Trebaseleghe. «Non sono a conoscenza di queste lamentele, ma guarda caso questa gente compare proprio in questo periodo», dichiara il vice sindaco Otello Mason, «non penso che c’entri il Rally con il quale colloquiamo in modo corretto. Penso sia qualche disperato che approfitta dell’occasione ed è consigliabile fare sempre una segnalazione ai vigili, che possono passare». Cosa che peraltro è già avvenuta: la pattuglia degli agenti della Federazione del Camposampierese ha già effettuato dei controlli. Mason ricorda pure che sul sito istituzionale c’è un link dove i cittadini possono postare le loro segnalazioni. Un utile servizio anche in questo caso. –

Giusy Andreoli