Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carceri: la staffa del camion si stacca e sfonda due mezzi in arrivo

Gravi danni a un autocarro e all’auto di una donna che rischia di essere decapitata e resta ferita a un braccio

CARCERI

Una staffa si stacca da un camion, colpisce un altro autocarro e poi una vettura: la conducente rischia di restare decapitata, ma ne esce miracolosamente riportando solo una ferita al braccio.



Ha dell’incredibile l’incidente avvenuto venerdì 10 agosto lungo la provinciale 100 “dell’Abbazia” nel territorio di Carceri, che ha visto coinvolti tre mezzi e che ha mandato in ospedale una donna. Protagonista involontario della sfiorata tragedia è stato il Fiat Iveco 170 della ditta Veneta Agr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARCERI

Una staffa si stacca da un camion, colpisce un altro autocarro e poi una vettura: la conducente rischia di restare decapitata, ma ne esce miracolosamente riportando solo una ferita al braccio.



Ha dell’incredibile l’incidente avvenuto venerdì 10 agosto lungo la provinciale 100 “dell’Abbazia” nel territorio di Carceri, che ha visto coinvolti tre mezzi e che ha mandato in ospedale una donna. Protagonista involontario della sfiorata tragedia è stato il Fiat Iveco 170 della ditta Veneta Agricola di Ospedaletto Euganeo.

Il camion, dotato di un braccio gru, era condotto da A.T., 29 anni, della zona. Il lavoratore aveva appena scaricato della legna dal cassone e stava viaggiando in direzione di Ponso. All’altezza della floricoltura di via Braggio, ecco l’improvviso cedimento: una delle quattro staffe telescopiche che servono a stabilizzare il camion è fuoriuscita dalla propria sede, per cause ancora da appurare, staccandosi completamente dall’automezzo.



Fatalità ha voluto che, nell’altro senso di marcia, in quel momento passasse un altro autocarro: il tubo di ferro ha preso in pieno il secondo camion, danneggiando gravemente ruote e fiancata sinistra, quella dal lato dell’autista. E se i rischi per quest’ultimo sono stati minimi, ben maggiori sono stati quelli corsi dalla conducente della vettura che procedeva appena dopo l’autocarro.

La staffa ha colpito anche questa vettura - una Opel Mokka - causando danni ancora maggiori alla fiancata sinistra di questo mezzo. Il pezzo di ferro ha aperto la carrozzeria del suv come una latta di tonno.



Ha rischiato di essere colpita in maniera letale l’automobilista al volante, E.Z., 35 anni, del posto, che comunque riportato importanti ferite al braccio sinistro, oltre ovviamente a uno spavento notevole. Soccorsa dai sanitari del 118, è stata trasportata in pronto soccorso a Monselice.

In via Braggio sono intervenuti anche i carabinieri di Ponso, impegnati nei rilievi che serviranno a valutare eventuali responsabilità. —