Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Este, anziano contagiato da West Nile

Un altro caso di malattia trasmessa dalla zanzara “culex pipiens” la cui presenza è diffusa in tutto il territorio

ESTE. Un caso di West Nile anche a Este. Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Usl 6 ha comunicato ieri agli uffici municipali che un cittadino residente a Este, anziano, è stato contagiato dal West Nile, malattia trasmessa dalla zanzara “culex pipiens” la cui presenza è diffusa in tutto il territorio con diversi casi registrati in varie località della regione.

Il malato, non grave, è ricoverato in ospedale. Il contagio è avvenuto a pochi passi dal centro storico, tra via Piave e via D ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ESTE. Un caso di West Nile anche a Este. Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Usl 6 ha comunicato ieri agli uffici municipali che un cittadino residente a Este, anziano, è stato contagiato dal West Nile, malattia trasmessa dalla zanzara “culex pipiens” la cui presenza è diffusa in tutto il territorio con diversi casi registrati in varie località della regione.

Il malato, non grave, è ricoverato in ospedale. Il contagio è avvenuto a pochi passi dal centro storico, tra via Piave e via Don Angelo Pelà. Commenta il sindaco Roberta Gallana: «Ho firmato un’ordinanza, come previsto dal piano di sorveglianza regionale e da quello nazionale, perché siano effettuati ulteriori interventi mirati per un raggio di 200 metri dal luogo in cui è stato registrato il caso, ed interventi larvicidi in focolai larvali non rimovibili - caditoie, tombini, fossati, vasche - per un raggio di 500 metri. Si tratta di un ulteriore intervento rispetto a quelli programmati ed eseguiti dal nostro ente con cadenza mensile».

Aggiunge la Gallana: «Al Ministero hanno realizzato un piano nazionale, ma tutti i costi ricadono poi sulle spalle dei singoli Comuni. Stiamo eseguendo interventi di disinfestazione a cadenza mensile, l'ultimo dei quali eseguito tra la notte di mercoledì 25 e giovedì 26 luglio, a nostre spese. Proprio in questi giorni stiamo affidando un incarico per ulteriori interventi per un importo di oltre 55.000 euro; e tutto, lo ribadisco, a carico del bilancio comunale. Di fronte ad una emergenza così estesa, anche come Comuni e Tavolo Ambientale Territoriale, chiederemo che il ministro della Salute stanzi risorse adeguate».

E ancora: «Mi auguro che tutti i Comuni provvedano a realizzare i periodici interventi del Piano per non vanificare la prevenzione dei singoli. Allo scopo di sensibilizzare tutti e mettere al centro dell'attenzione il tema, ancora lo scorso anno abbiamo convocato un Tavolo Ambientale Territoriale per illustrare patologie connesse, i resoconti delle attività di vigilanza e i risultati della vigilanza entomologica. A Roma prendano coscienza del problema e aiutino i Comuni ad attuare il piano che altrimenti resterà un documento di principio. Il ministro venga in Veneto, assicuri le risorse per agire nei piccoli e grandi Comuni. Este assicura da sempre gli interventi di prevenzione, anche criticati da certa minoranza per un eccesso di attenzione, ma mi domando se i piccoli Comuni hanno le risorse per assicurare quanto facciamo noi».