Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Più telecamere nelle frazioni con un progetto da 90 mila euro

Sette nuovi impianti saranno installati in città, altri tre a Vo’ e Lozzo Atestino Il Comune partecipa al bando regionale che finanzia gli interventi per la sicurezza

ESTE

Sette nuove telecamere, in particolare nelle frazioni, e il recupero funzionale della videosorveglianza all’interno dei giardini. Oltre e a tre nuovi punti di ripresa a Vo’e a Lozzo Atestino. Conti alla mano: nove nuove telecamere, altri nove apparecchi sparsi per il parcheggio dell’ex stadio comunale di via Principe Umberto e cinque videocamere rimesse a nuovo ai giardini.



È questo il progetto recentemente approvato dal Comune di Este per l’implementazione della videosorveglianza per il ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ESTE

Sette nuove telecamere, in particolare nelle frazioni, e il recupero funzionale della videosorveglianza all’interno dei giardini. Oltre e a tre nuovi punti di ripresa a Vo’e a Lozzo Atestino. Conti alla mano: nove nuove telecamere, altri nove apparecchi sparsi per il parcheggio dell’ex stadio comunale di via Principe Umberto e cinque videocamere rimesse a nuovo ai giardini.



È questo il progetto recentemente approvato dal Comune di Este per l’implementazione della videosorveglianza per il distretto di Polizia locale: un progetto da quasi 90 mila euro per il quale si partecipa al bando regionale dedicato al capitolo della sicurezza comunale. L’obiettivo è portare a casa il finanziamento massimo, visto che i progetti ammessi si garantiranno una copertura di spesa pari al 70%.



L’intervento principale è sicuramente l’installazione di sette nuove telecamere a Este: una sarà collocata all’incrocio tra via Pilastro, via Tono e via Salute; la seconda lungo la provinciale 6 “di Ca’Borin”, tra via Meggiaro e via Ca’ Borini, ai confini tra Este e Baone, e sarà dotata anche di sistema per la lettura delle targhe, come tutte le altre nuove installazioni; la terza videocamera finirà in via Chiesa Pra’, all’altezza dell’incrocio con via Fuoghi. E ancora: un occhio elettronico vigilerà sulla provinciale 41 “Morosina”, in via Deserto, al semaforo di via Paolo II; una quinta telecamera sulla nuova regionale 10, nel raccordo tra via Ragazzi della Folgore (l’ingresso per Este), a copertura delle uscite ovest del raccordo. Un nuovo impianto di videosorveglianza interesserà il parcheggio di via Principe Umberto: saranno garantiti nove punti di ripresa che monitoreranno i mezzi in entrata e uscita. Quelli già esistenti saranno dedicati al controllo degli spazi di sosta. L’ultima telecamera arriverà in piazza Trento che coprirà anche la vicina piazza Trieste. Sempre a Este, il progetto prevede la sostituzione di cinque camere obsolete all’interno dei giardini comunali, nell’area del castello marchionale.



A Vo’ i nuovi apparecchi saranno installati sulla rotatoria tra le provinciali 89 e 48 e via Ca’ Sheriman e su quella tra le provinciali 89 e 38 e via Vasche. A Lozzo Atestino, invece, il nuovo punto ripresa è previsto all’altezza del semaforo tra via Roneghetto e via Frassine. Contestualmente alle nuove installazioni, verranno migliorati anche i collegamenti esistenti tra i principali centri di raccolta dati e la sede della polizia locale di Este. In caso di accesso al finanziamento regionale, i lavori potrebbero partire entro il 2019. «Questo progetto è la prosecuzione di quanto già fatto l’anno scorso, con l’installazione di sei telecamere e l’ammodernamento di altre venticinque» sottolinea Giuseppe Raffo, consigliere comunale delegato alla Sicurezza. —