Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Altri tre mesi di gestione Edeco all’hub di San Siro

La Prefettura deve attendere la decisione del Tar veneto sull’ultimo ricorso presentato sull’appalto a Badia Grande Intanto la coop ha perso Conetta

BAGNOLI. Altri tre mesi di proroga alla cooperativa Edeco per la gestione del centro di accoglienza migranti di San Siro, che oggi conta 220 ospiti. Ad una settimana dalla scadenza dell’ultimo di una lunga serie di rinvii, fissata per il 31 luglio, la Prefettura di Padova ha concesso altri 90 giorni alla cooperativa in attesa del pronunciamento del Tar del Veneto.

È l’ultimo atto della battaglia legale che da un anno e mezzo sta contrapponendo Edeco alla coop siciliana Badia Grande, vincitri ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BAGNOLI. Altri tre mesi di proroga alla cooperativa Edeco per la gestione del centro di accoglienza migranti di San Siro, che oggi conta 220 ospiti. Ad una settimana dalla scadenza dell’ultimo di una lunga serie di rinvii, fissata per il 31 luglio, la Prefettura di Padova ha concesso altri 90 giorni alla cooperativa in attesa del pronunciamento del Tar del Veneto.

È l’ultimo atto della battaglia legale che da un anno e mezzo sta contrapponendo Edeco alla coop siciliana Badia Grande, vincitrice del bando per la gestione dell’hub di Bagnoli con un’offerta economica più bassa. Intanto però la cooperativa padovana dovrà lasciare il vicino centro migranti di Cona, nel Veneziano, che ha gestito fin dalla sua apertura, ormai tre anni fa. Oggi l’ex base di Conetta, ad un manciata di chilometri da Agna, conta circa 450 ospiti. Ad occuparsene sarà la cooperativa Nova Facility di Montebelluna, vincitrice del bando per la gestione.

È ancora in forse invece il passaggio di consegne a Bagnoli in attesa dell’udienza al Tar dell’11 ottobre. I giudici amministravi hanno infatti accolto la richiesta di sospensiva presentata da Edeco contro il provvedimento con cui la Prefettura confermava l’aggiudicazione della gestione a Badia Grande. Nuovamente interpellati da Edeco, i giudici amministrativi hanno confermato i rilievi espressi il mese scorso sulla sostenibilità economica delle offerte e sospeso l’efficacia dei provvedimenti impugnati.

Motivo del contendere è l’offerta economica: Badia Grande aveva vinto con una offerta di 23,32 euro giornalieri per ospite, contro i 23,9 euro della cordata Tre Fontane – Medi Hospes e i 29,85 euro di Edeco. Il Tar veneto avanza un «dubbio sull’affidabilità dell’offerta» delle prime due classificate. —

Nicola Stievano .