Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Sarebbe annegata senza il loro aiuto» Un premio ai tre eroi

Hanno salvato la donna finita nel canale, la comunità plaude e il sindaco propone un encomio: «Ci rendete orgogliosi»

PIAZZOLA SUL BRENTA. Non è in pericolo di vita, anche se rimane ancora in stretta osservazione, la donna che lunedì pomeriggio è finita con l’auto nella Roggia Contarina in via Grantorto a Presina. O.B., 58 anni, originaria di Isola Mantegna ma residente a Camisano, è ancora ricoverata a Cittadella: sarebbe annegata se non si fossero tuffati in acqua in 3 per liberarla. Ora l’intero paese prega per la sua rapida ripresa e acclama i 3 eroi che l’hanno salvata: Roberto Corradin, Paolo Riporti ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIAZZOLA SUL BRENTA. Non è in pericolo di vita, anche se rimane ancora in stretta osservazione, la donna che lunedì pomeriggio è finita con l’auto nella Roggia Contarina in via Grantorto a Presina. O.B., 58 anni, originaria di Isola Mantegna ma residente a Camisano, è ancora ricoverata a Cittadella: sarebbe annegata se non si fossero tuffati in acqua in 3 per liberarla. Ora l’intero paese prega per la sua rapida ripresa e acclama i 3 eroi che l’hanno salvata: Roberto Corradin, Paolo Riporti e Onofrio Tessari. Tre “angeli custodi” che non hanno esitato a mettere a rischio la propria incolumità per aiutare la donna imprigionata nell’abitacolo.

«Un grande segno di generosità» applaudito da tutti. A cominciare dal sindaco, che dalla pagina istituzionale facebook li ha pubblicamente ringraziati: «Ci rendete tutti orgogliosi», scrive Enrico Zin augurando la pronta guarigione della conducente. «Questi sono esempi di una comunità solidale e attenta di cui andar fieri. La notizia ha colpito tutti per le gravi conseguenze che avrebbe potuto portare. L’intervento di Roberto, Paolo e Onofrio è stato provvidenziale e tutti noi siamo loro grati. Proprio in segno di riconoscenza li inviterò all’apertura del prossimo consiglio comunale per un encomio ufficiale». Il riconoscimento pubblico sarà conferito nella seduta del 27 luglio alle 20.45 in sala consiliare.

Erano circa le 13.30 di lunedì quando la donna al volante di una Fiat Tipo ha perso il controllo del mezzo, forse per un malore. L’auto è finita nella roggia che costeggia il centro paese e la corrente l’ha sospinta per qualche decina di metri facendola poi inabissare. È stato in quel momento che i 3 uomini, tutti residenti nelle vicinanze, si sono accorti del pericolo e si sono gettati simultaneamente nel canale. Hanno estratto la conducente, paralizzata nell’abitacolo dallo choc, da un finestrino aperto, che nel frattempo faceva imbarcare acqua. L’hanno trascinata prima sopra il cofano e poi sul tettuccio per non farla annegare. Nel frattempo sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno accostato l’auto con il gommone, portando a riva la donna in sicurezza e consegnandola alle cure dei sanitari del 118.

Paola Pilotto.