Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Muore l’anziana di Ponso ferita dopo tre giorni dal terribile schianto

La lancia Ypsilon dopo lo schianto e i soccorsi alla donna ferita.

Lucia Seno, 76 anni, era stata coinvolta in un incidente I familiari sospettano che fosse stata colpita da un ictus

PONSO. È durato tre giorni il calvario di Lucia Seno, la donna di 76 anni rimasta coinvolta nell’incidente avvenuto martedì scorso in Palugana. L’anziana, residente a Ponso, è morta alle 15 nell’ospedale di Padova in cui era stata trasportata in elisoccorso. Ricoverata in Rianimazione, la settantaseienne non si è mai risvegliata dal coma.

Lucia Seno


L’incidente che le ha spezzato la vita è avvenuto alle 8. 45 di marted ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PONSO. È durato tre giorni il calvario di Lucia Seno, la donna di 76 anni rimasta coinvolta nell’incidente avvenuto martedì scorso in Palugana. L’anziana, residente a Ponso, è morta alle 15 nell’ospedale di Padova in cui era stata trasportata in elisoccorso. Ricoverata in Rianimazione, la settantaseienne non si è mai risvegliata dal coma.

Lucia Seno


L’incidente che le ha spezzato la vita è avvenuto alle 8. 45 di martedì lungo la provinciale 91 “Moceniga”. Lucia Seno era al volante della sua Lancia Ypsilon e stava affrontando l’incrocio tra via Palugana Lunga e via Filippi Vecchia, regolato da semaforo, in quel momento lampeggiante. Nell’immettersi sulla provinciale, la Ypsilon è stata presa in pieno dal furgone Peugeot Boxer condotto da M. L. L. , 50 anni, romano residente a Bosaro (Rovigo). L’auto della donna si è poi schiantata contro un palo e un tombino in cemento. Lucia Seno è stata trasportata in ospedale a Padova con l’elisoccorso. A causare lo schianto potrebbero essere state determinanti varie cause, dall’elevata velocità del furgone ad un possibile malore della stessa donna.


«Nostra madre era molto cauta al volante» spiegano i figli, «pensiamo che ci possa essere altro alla base dell’incidente. È comunque chiaro che il furgone procedesse a importante velocità». E sul possibile malore occorso all’anziana: «Nell’immettersi in provinciale non ha tentato alcuna svolta, quasi volesse entrare nella laterale opposta. È andata praticamente dritta ed è per questo che crediamo che non avesse il controllo dell’auto. I medici, inoltre, ritengono che nemmeno uno scontro così violento possa aver provocato l’emorragia che è costata la vita a nostra madre. Non è dunque escluso che già prima dell’impatto col furgone possa essere stata vittima di un ictus».


Gli accertamenti medici compiuti ieri dovrebbero chiarire questo aspetto. Non è ancora arrivato il via libera della Procura per celebrare il funerale che potrebbe tenersi martedì. Lucia Seno, che viveva in via Granza a Ponso, lascia il marito Sisto De Guio e i figli Leonardo, Loredana e Lorella. —