Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ponte a rischio stop ai Tir ma Gps e divieti creano il caos

II viadotto sul Ceresone tra Lissaro e Arlesega  sta cadendo a pezzi Ìl sindaco al Consorzio Brenta «Serve un intervento sinergico» 

MESTRINO

Chiuso al traffico pesante il ponte sul Ceresone, tra Lissaro e Arlesega a Mestrino: due blocchi di cemento ne limitano il transito, che rimane consentito soltanto a senso unico alternato per auto e furgoni. Un provvedimento resosi necessario dalla scoperta di cedimenti causati dal continuo (eppur vietato) transito di mezzi pesanti lungo via San Michele Arcangelo, che prosegue poi in via San Giovanni Battista.



«Possono passare solo mezzi larghi 2, 3 metri» spiega il sindaco Marco ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MESTRINO

Chiuso al traffico pesante il ponte sul Ceresone, tra Lissaro e Arlesega a Mestrino: due blocchi di cemento ne limitano il transito, che rimane consentito soltanto a senso unico alternato per auto e furgoni. Un provvedimento resosi necessario dalla scoperta di cedimenti causati dal continuo (eppur vietato) transito di mezzi pesanti lungo via San Michele Arcangelo, che prosegue poi in via San Giovanni Battista.



«Possono passare solo mezzi larghi 2, 3 metri» spiega il sindaco Marco Agostini, «in attesa di intervenire con il consolidamento che ne eviti il crollo. Il ponte è comunale, ma ho già fissato un incontro col consorzio di bonifica Brenta, per trovare collaborazione in un intervento sinergico, e cercheremo finanziamenti per questa spesa imprevista».



Nonostante il divieto, i camion che escono dal casello autostradale a Grisignano di Zocco e diretti alla zona industriale di Ronchi di Villafranca, vengono indirizzati dal navigatore lungo via San Michele Arcangelo, come alternativa alla trafficata regionale 11 e per ovviare al divieto di passaggio ai mezzi pesanti che vige in via Aquileia, che porterebbe diritti a Ronchi. I Tir, però, si ritrovano l’antico ponte, realizzato in tempi in cui vi passavano di carri trainati da buoi. E infatti dai oggi e dai domani, alcune pietre di sostegno si sono staccate.



«Sarà necessaria una perizia per verificarne la stabilità» prosegue Agostini «e in base a questo valuteremo se consolidarlo o rifarlo. Gli uffici stanno preparando una stima dei possibili costi, ma se dobbiamo porvi mano, sarà l’occasione per allargarlo in previsione del passaggio della pista ciclabile tra Arlsega e Lissaro».



Il divieto di passaggio ai camion e il senso unico alternato resteranno vigenti fino alla sistemazione del ponte: per ovviare all’interruzione, specie i mezzi pesanti, per raggiungere le aziende di Ronchi, usciti dal casello di Grisignano devono poi passare per Campodoro o raggiungerla attraverso Taggì. —