Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Etra fa quasi 8 milioni di utili: ai Comuni il 25%

A sorpresa si dimette il presidente del consiglio di sorveglianza Montagner. Sulla ripartizione vince l’asse Asiago-Selvazzano

CITTADELLA. Quasi 8 milioni di euro di utili, con un 75% che resta in azienda e il 25% che va ai Comuni. I numeri positivi di Etra non cacciano però qualche nube politica che si addensa sulla multiutility veneta: in coincidenza dell’approvazione, peraltro all’unanimità, del bilancio 2017 sono arrivate le dimissioni del presidente del consiglio di sorveglianza Cristiano Montagner, sindaco di Mussolente.

dimissioni a sorpresa. «Ritengo di aver lavorato, in questi tre anni e mezzo, col massimo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA. Quasi 8 milioni di euro di utili, con un 75% che resta in azienda e il 25% che va ai Comuni. I numeri positivi di Etra non cacciano però qualche nube politica che si addensa sulla multiutility veneta: in coincidenza dell’approvazione, peraltro all’unanimità, del bilancio 2017 sono arrivate le dimissioni del presidente del consiglio di sorveglianza Cristiano Montagner, sindaco di Mussolente.

dimissioni a sorpresa. «Ritengo di aver lavorato, in questi tre anni e mezzo, col massimo impegno e col senso massimo di responsabilità: per il bene di Etra, del suo territorio, dei cittadini, della società stessa e del suo continuo processo di crescita», le parole di Montagner. Del resto, lui stesso aveva accettato la proroga dell’incarico, lo scorso anno, solo per arrivare alla chiusura del bilancio e alla destinazione degli utili.

lo scontro politico. Una destinazione su cui però i primi cittadini si sono spaccati: l’asse Bassano-Cittadella era favorevole a mantenere gli utili in Etra per gli investimenti, mentre quello Asiago-Selvazzano e parte del Padovano avrebbe preferito distribuire i soldi ai soci. Conclusione: si è deciso di mantenere il 75% in Etra e distribuire il 25% tra i municipi. Il sindaco di Campo San Martino, Paolo Tonin – che fino al 30 giugno faceva parte del consiglio di sorveglianza – è perplesso: «Le dimissioni di Montagner erano inaspettate, ma è anche vero che l’assemblea di lunedì è stata lunga e travagliata. La proposta del consiglio di sorveglianza era di mantenere tutti gli utili in azienda e forse Montagner si sarebbe aspettato un po’di unione da parte dei sindaci. Di fatto, con il 25% i Comuni si sono portati a casa una sorta di mancia, non servono a nulla queste piccole ripartizioni». Dal canto suo, il presidente del consiglio di gestione Andrea Levorato ringrazia il dimissionario: «Si è distinto sempre per il grande impegno e gli ottimi risultati raggiunti dall’azienda sono stati ottenuti anche grazie alla sua azione».

Il bilancio 2017. Malumori politici a parte, l’azienda mette in fila i dati: oltre agli utili a 7 milioni e 600 mila euro, da annotare che l’esercizio 2017 ha chiuso con un valore della produzione stabile (+ 0, 3%) da 171, 5 a 172 milioni, grazie anche alle politiche di contenimento delle tariffe nei servizi ambientali. Il valore aggiunto, dato dalla differenza tra il valore e i costi della produzione di beni e servizi, è pari a 76, 5 milioni di euro; con le politiche di contenimento dei costi operativi resta soddisfacente il margine operativo lordo, a 43, 4 milioni. La posizione finanziaria netta scende del 18%, da oltre 71 a 58 milioni di euro, col 94% del debito a medio e lungo termine.

il piano industriale . «Il 2017», puntualizza Levorato, «è il primo anno in cui si è dato attuazione al Piano industriale 2016-2018, che ha permesso il raggiungimento della solidità patrimoniale, il mantenimento delle performance economiche, un miglioramento della qualità dei servizi e contenimento di costi per i cittadini». –

Silvia Bergamin. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .