Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Doveva rientrare a mezzogiorno per iniziare il suo turno di lavoro

IL RITRATTO Gianluca Minchio era nato a Padova il 18 maggio 1993. Residente a Veggiano, in via San Pio X, accanto all’ex sindaco Anna Lazzarin, Gianluca Minchio lavorava all’Aliper di Barbarano...

IL RITRATTO

Gianluca Minchio era nato a Padova il 18 maggio 1993. Residente a Veggiano, in via San Pio X, accanto all’ex sindaco Anna Lazzarin, Gianluca Minchio lavorava all’Aliper di Barbarano Vicentino.

«Doveva iniziare il suo turno a mezzogiorno», racconta l’amico che ieri mattina è salito sui Colli Euganei con un’altra moto per passare una mattinata di relax assieme a Gianluca viaggiando in compagnia su salite e tornanti. «Lavorava nel reparto ortofrutta e dava anche una mano in cassa».

G ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

IL RITRATTO

Gianluca Minchio era nato a Padova il 18 maggio 1993. Residente a Veggiano, in via San Pio X, accanto all’ex sindaco Anna Lazzarin, Gianluca Minchio lavorava all’Aliper di Barbarano Vicentino.

«Doveva iniziare il suo turno a mezzogiorno», racconta l’amico che ieri mattina è salito sui Colli Euganei con un’altra moto per passare una mattinata di relax assieme a Gianluca viaggiando in compagnia su salite e tornanti. «Lavorava nel reparto ortofrutta e dava anche una mano in cassa».

Gianluca Minchio risiedeva con i genitori in via San Pio X a Veggiano. Il padre Claudio è titolare di uno studio odontotecnico nei pressi del municipio di Veggiano, la mamma si chiama Mara. Con loro abitano anche le due sorelle di Gianluca, Elena e Jessica.

Gianluca Minchio era un ragazzo semplice e da due anni aveva iniziato a lavorare all’Aliper di Barbarano Vicentino dopo aver terminato gli studi. Il giovane è descritto dai vicini come un ragazzo dal cuore d’oro, tanto da svolgere spesso attività di volontariato per la parrocchia di Veggiano.

Era sempre pronto a partecipare alle iniziative promosse dal parroco, don Gian Marco Vezzaro. Proprio il parroco è stato raggiunto dalla notizia in Terra Santa, dove si era recato per un pellegrinaggio al quale sta partecipando anche l’ex sindaco Anna Lazzarin. Un sabato triste, per i due, che conoscevano benissimo il venticinquenne. —

F.FR.