Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Domani l’addio a Cristian Miron morto sul lavoro

PONSO. Si terranno domattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di San Martino di Venezze, nel Rodigino, i funerali di Cristian Miron, 37 anni, il giovane romeno morto giovedì pomeriggio in un...

PONSO. Si terranno domattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di San Martino di Venezze, nel Rodigino, i funerali di Cristian Miron, 37 anni, il giovane romeno morto giovedì pomeriggio in un incidente sul lavoro avvenuto a Minerbe (Verona), nel piazzale di un mangimificio nel quale stava lavorando. Miron era impegnato come operaio per una ditta esterna, la Sv Solution di Ponso. Il trentasettenne lascia la moglie Loredana Alexandra e due figli (la donna è in attesa del terzo). Si prevede ch ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PONSO. Si terranno domattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di San Martino di Venezze, nel Rodigino, i funerali di Cristian Miron, 37 anni, il giovane romeno morto giovedì pomeriggio in un incidente sul lavoro avvenuto a Minerbe (Verona), nel piazzale di un mangimificio nel quale stava lavorando. Miron era impegnato come operaio per una ditta esterna, la Sv Solution di Ponso. Il trentasettenne lascia la moglie Loredana Alexandra e due figli (la donna è in attesa del terzo). Si prevede che in tanti, domattina, vorranno dare l’ultimo saluto al giovane operaio, che ha perso la vita in un incidente che è ancora in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri, che operano assieme allo Spisal. Secondo una prima ricostruzione, il trentasettenne sarebbe stato investito sul piazzale di un mangimificio di Minerbe, dove stava lavorando per conto di una ditta esterna, da una pala meccanica in manovra. L’operaio non si è accorto del sopraggiungere del mezzo meccanico. (n.c.)