Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scout Speed, il neo sindaco lo toglie da Solesino

Lo scout speed montato su un'auto

Addio all'incubo degli automobilisti della Bassa, la decisione dell'assessore Dargenio

SOLESINO. Stop allo Scout Speed, o almeno stop ad un certo tipo di utilizzo di questo strumento. La nuova giunta comunale di Solesino guidata da Elvy Bentani ha annunciato ufficialmente la sospensione «dell’uso sanzionatorio dello strumento Scout Speed» su tutto il territorio di competenza della polizia locale di Solesino.

 

La scelta è stata messa nera su bianco dal vicesindaco e assessore alla Sicurezza Orfeo Dargenio, tra i più fervidi oppositori di questa apparecchiatura in questi anni di ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SOLESINO. Stop allo Scout Speed, o almeno stop ad un certo tipo di utilizzo di questo strumento. La nuova giunta comunale di Solesino guidata da Elvy Bentani ha annunciato ufficialmente la sospensione «dell’uso sanzionatorio dello strumento Scout Speed» su tutto il territorio di competenza della polizia locale di Solesino.

 

La scelta è stata messa nera su bianco dal vicesindaco e assessore alla Sicurezza Orfeo Dargenio, tra i più fervidi oppositori di questa apparecchiatura in questi anni di aspre polemiche e ricorsi legali. L’annuncio è stato pubblicato anche nel sito del Comune.

Maurizio Cavatton, comandante della Polizia Locale di Solesino

Lo Scout Speed non sarà dunque più utilizzato come velox mobile, dunque all’interno di una vettura di vigili in movimento, anche frontalmente, ma solamente a postazione fissa e preventivamente segnalata. «Lo facciamo sia come scelta politica, sia per motivi giurisprudenziali» sottolinea Dargenio «Siamo in attesa della pronuncia del Tar del Lazio e per una sorta di autotutela vogliamo evitare che il Comune cada in nuovi contenziosi». La nuova direttiva comunale è in vigore da ieri, lunedì 21 giugno.