Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Alleggerisce la cassa del locale dove lavora Barista in manette

Arrestata all’uscita del caffè di Cittadella con 460 euro in tasca Secondo il titolare aveva già fatto sparire 5 mila euro

CITTADELLA. Alleggeriva la cassa del bar per il quale lavorava, è stata beccata con 460 euro ma, secondo il titolare, negli ultimi due mesi sarebbero scomparsi oltre 5 mila euro. I carabinieri di Cittadella, agli ordini del luogotenente Renato Lago, hanno arrestato una ventiquattrenne di origini marocchina, Imane Benerca.

La giovane è stata pizzicata a mezzanotte dell'altro giorno, i militari erano sulle sue tracce da tempo. L'arresto ha rappresentato il momento finale di un'indagine iniziat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA. Alleggeriva la cassa del bar per il quale lavorava, è stata beccata con 460 euro ma, secondo il titolare, negli ultimi due mesi sarebbero scomparsi oltre 5 mila euro. I carabinieri di Cittadella, agli ordini del luogotenente Renato Lago, hanno arrestato una ventiquattrenne di origini marocchina, Imane Benerca.

La giovane è stata pizzicata a mezzanotte dell'altro giorno, i militari erano sulle sue tracce da tempo. L'arresto ha rappresentato il momento finale di un'indagine iniziata qualche settimana fa, quando i gestori del Tutto Bene Ristocaffè di Cittadella si sono rivolti alle forze dell'ordine.

Dal 24 aprile, infatti, si erano resi conto di perdere parte dell'incasso ed hanno chiesto di fare luce sull'ammanco. Il locale si trova nell'area di servizio lungo la Sr 53 Postumia, ed è uno dei distributori più frequentati per chi arriva da Treviso e procede verso Vicenza, a pochissime centinaia di metri dal sottopasso di Borgo Bassano. Gli uomini dell'Arma si sono quindi attivati e nel corso di un accertamento hanno fermato la donna in via Copernico, vicino al bar.

La ventiquattrenne nordafricana è stata controllata e perquisita: aveva con sé 460 euro in contanti da poco rubati dal locale. Ed erano sicuramente soldi della cassa: il proprietario, che vive a Piazzola sul Brenta, aveva fotocopiato le banconote, ed i numeri di serie corrispondevano perfettamente.

Per la giovane sono quindi scattate le manette e dovrà rispondere dell'accusa di furto, mentre le indagini proseguono per accertare se anche l'importante somma mancante sia stata sottratta dalla stessa persona. Dalle stime effettuate dai gestori sarebbero spariti la bellezza di 5.120 euro in contanti dal 29 aprile al 14 giugno, sempre nei turni in cui lavorava l'arrestata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA