Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Spara in aria e mette in fuga i ladri

CURTAROLO. Stufo dei continui furti nella sua proprietà, domenica è passato alle maniere spicce e ha messo in fuga due predoni sparando due colpi in aria con una pistola giocattolo. Quelli se la...

CURTAROLO. Stufo dei continui furti nella sua proprietà, domenica è passato alle maniere spicce e ha messo in fuga due predoni sparando due colpi in aria con una pistola giocattolo. Quelli se la sono data a gambe scavalcando la recinzione con un balzo che neanche un atleta. «Erano le 14.30 quando ho guardato fuori dalla finestra e ho notato due persone che osservavano alcuni attrezzi che avevo scaricato dal furgone e posato davanti al magazzino», racconta Luca Gentilin, «li avevano già mess ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CURTAROLO. Stufo dei continui furti nella sua proprietà, domenica è passato alle maniere spicce e ha messo in fuga due predoni sparando due colpi in aria con una pistola giocattolo. Quelli se la sono data a gambe scavalcando la recinzione con un balzo che neanche un atleta. «Erano le 14.30 quando ho guardato fuori dalla finestra e ho notato due persone che osservavano alcuni attrezzi che avevo scaricato dal furgone e posato davanti al magazzino», racconta Luca Gentilin, «li avevano già messi al di la della rete di recinzione, pronti per portarseli via finito il picnic nel parco che c’è dietro casa mia. Ogni domenica è la solita solfa, il parco si riempie di gitanti e non passa volta che non mi sparisca qualche attrezzo, perciò sto molto attento». È successo anche domenica. «Quello che mi ha infastidito è che i due mi stavano rubando la roba in tutta tranquillità, come se fosse la cosa più naturale del mondo. Ma poi un trapano e un flessibile che avranno avuto un valore di 100 euro. Così ho chiamato i carabinieri e sono sceso ad affrontarli. “Cosa state facendo?” Gli ho chiesto, ma hanno fatto pure gli arroganti. Mi ero portato dietro la scacciacani per spaventarli e sono stati fortunati perché se mi portavo dietro i cani raccoglievamo le ossa», commenta Gentilin. «Così ho sparato due colpi in aria e sono scappati a gambe levate scavalcando con un solo balzo la recinzione altra tre metri, che mi sono alzata a mie spese dopo anni di inutili e solite promesse non mantenute di installare la videosorveglianza pubblica. Ma vedo che è servito a poco. Una cosa incredibile, non avevo mai visto un salto del genere, cosa fa fare la paura». All’arrivo dei carabinieri Gentilin ha fatto un giro nel parco per vedere se ritrovava i due ladri. Ma non è riuscito a rintracciarli. (g.a.)