Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sorpresi dai ladri in camera da letto

Predoni scatenati in via Ronchi Destra, quattro le famiglie «visitate»

PIOMBINO DESE. Ladri scatenati a Piombino Dese, alcune famiglie se li sono trovati in camera da letto. Il raid domenica notte a Ronchi, ad agire una coppia di banditi, uno dei quali non ha esitato a puntare la pila in faccia a una giovane che si era svegliata per i rumori. È successo in via Ronchi Destra, in casa di L. B.. «Erano le 4 del mattino» racconta il derubato, «sono prima entrati nella mia camera, dove hanno preso i miei pantaloni, poi sono saliti in quelle delle mie figlie; la più ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PIOMBINO DESE. Ladri scatenati a Piombino Dese, alcune famiglie se li sono trovati in camera da letto. Il raid domenica notte a Ronchi, ad agire una coppia di banditi, uno dei quali non ha esitato a puntare la pila in faccia a una giovane che si era svegliata per i rumori. È successo in via Ronchi Destra, in casa di L. B.. «Erano le 4 del mattino» racconta il derubato, «sono prima entrati nella mia camera, dove hanno preso i miei pantaloni, poi sono saliti in quelle delle mie figlie; la più grande si è svegliata e uno sconosciuto ha aperto la porta e l’ha illuminata con una pila. Ma quando ha visto il cane è scappato. Mia figlia ha preso una paura che non riusciva più a parlare». I ladri si sono poi spostati di una ventina di metri e hanno tentato di entrare nell’abitazione di S. N.. Qui hanno scardinato gli scuri ma si sono trovati davanti a un’inferriata che ha resistito. Altra incursione in una casa della stessa via dove sarebbero spariti dei soldi. Il raid è continuato in via Draganziolo, da L. B., all’una di notte. «Me li sono trovati davanti» è la testimonianza della padrona di casa, «mi ero alzata per spegnere il ventilatore quando ho visto un’ombra che frugava nella stanza; credevo fosse mio marito e gli ho chiesto cosa stesse cercando e il ladro è fuggito. Li abbiamo visti dalla finestra, erano in due con passamontagna e guanti scuri. Sono riusciti a prendere delle borsette e portarle fuori, hanno rubato i soldi ma per fortuna ci hanno lasciato i documenti e non ci hanno picchiati. Si erano presi anche una scatolina, ma quando hanno visto che dentro c’erano dei chiodi l’hanno abbandonata nella casa che hanno visitato dopo la nostra». Ultima tappa in via Fermi, dove non sono riusciti a rubare nulla.

Le forze dell’ordine stanno intensificando i controlli, ma anche i cittadini possono fare qualcosa: sarebbe opportuno infatti attrezzarsi con allarmi e luci esterne con fotocellule e segnalare al 112 persone e veicoli sospetti. (g. a.)