Exo Italia, Donazzan: "Intollerabili questi casi di delocalizzazione"

Elena Donazzan

L'assessore regionale ha incontrato i verti aziendali e i sindacati dell'azienda che minaccia di licenziare 56 lavoratori a Maserà

VENEZIA. L’assessore regionale al lavoro del Veneto Elena Donazzan ha incontrato i rappresentanti sindacali e i vertici aziendali di EXO Italia srl e del gruppo Crocs, di cui Exo fa parte. «L’azienda ha comunicato di aver intenzione di esternalizzare all’estero, in Bosnia, le funzioni di produzione attualmente insediata a Maserà (Padova). L’operazione di esternalizzazione produrrebbe il licenziamento di 56 degli 83 lavoratori attualmente in forza. I sindacati hanno espresso grande preoccupazione rispetto a tali progetti, chiedendo l’intervento della Regione Veneto», si legge in una nota della Regione Veneto.

«Giudico intollerabile questa vicenda - ha dichiarato l’assessore regionale Donazzan - siamo di fronte ad un ennesimo caso di delocalizzazione finalizzato all’esclusivo aumento delle marginalità. Chiederò l’apertura immediata di un tavolo nazionale al Ministero dello Sviluppo Economico per affrontare questa situazione e, più in generale, il tema delocalizzazioni. Ritengo doveroso che si affronti in modo strutturale questo problema ai massimi livelli nazionali, proseguendo il percorso avviato dal ministro Calenda e già nell’agenda del nuovo ministro Di Maio».

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi