In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Tre libri in 500 battute ciascuno: Diffenbaugh, Zeh e Tučková

Letture in pillole: le recensioni padovane della scuola di scrittura MacAdemia

1 minuto di lettura

PADOVA. Studiare la letteratura, come si legge e come si scrive. Ecco gli obiettivi di MacAdemia – ww.macademia.it – accademia di scrittura padovana, che ci propone le sue “Letture in pillole”.

1. Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh, Garzanti Victoria è una diciottenne difficile. Non c’è una famiglia affidataria che le vada bene, non gradisce alcun tipo di contatto fisico e soprattutto, non parla. Victoria si esprime solo attraverso i fiori, grazie al loro linguaggio segreto: quello che le ha insegnato Elisabeth. Nel suo cuore, però, si cela un pesante fardello e l’unico che può aiutarla a portarlo è Grant: un ragazzo misterioso che sembra conoscere Victoria da sempre. Temi complessi e di attualità, in un romanzo capace di emozionare e far riflettere.

2. Turbine di Juli Zeh, Fazi Unterleuten è un immaginario paese di campagna vicino a Berlino. Un rifugio ideale per Jule e Gerald dove si vive senza tecnologia e lavorando la terra. La minaccia dell’installazione di dieci pale eoliche, però, scatenerà un duro conflitto fra gli abitanti, innescando uno scontro generazionale e ideologico destinato a far riemergere ruggini e rancori mai sopiti. Un romanzo sociale e psicologico, avvincente e crudo, che ci spinge a riflettere sull’incapacità umana dell’accettare il cambiamento.

3. L’eredità delle dee di Kateřina Tučková, Keller Un viaggio nel mondo delle “dee” che da sempre vivono arroccate sui Carpazi Bianchi della Cecoslovacchia. Così, infatti, venivano chiamate le donne dotate di poteri magici, preveggenti e guaritrici. Dora, l’ultima di quella stirpe, a cavallo degli anni Novanta comincia a indagare il triste destino della propria famiglia. Un destino gravato da una maledizione e saldamente intrecciato alle vicende storiche del nazismo e del comunismo. Un romanzo avvincente come un noir, sospeso tra realtà, finzione e magia.

I commenti dei lettori