Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La soldatessa Alice sfila a Miss Trentino e punta al titolo

La ventenne di Carceri è stata notata al raduno degli alpini «Al mio primo concorso ho subito conquistato una fascia»

Le premesse ci sono tutte. Si chiama Alice, come la Miss Italia in carica (Alice Rachele Arlanch), e si è fatta onore nella selezione provinciale trentina di Miss Italia (la Arlanch arrivò alla finale di Jesolo forte del titolo di miss Trentino-Alto Adige). A beneficiare di questi segni premonitori è Alice Vigato, 20 anni, soldatessa in forza agli alpini e, dall’altra domenica, Miss Interflora. Alice, che è di Carceri, ha ben figurato alla manifestazione che si è tenuta al centro commerciale ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Le premesse ci sono tutte. Si chiama Alice, come la Miss Italia in carica (Alice Rachele Arlanch), e si è fatta onore nella selezione provinciale trentina di Miss Italia (la Arlanch arrivò alla finale di Jesolo forte del titolo di miss Trentino-Alto Adige). A beneficiare di questi segni premonitori è Alice Vigato, 20 anni, soldatessa in forza agli alpini e, dall’altra domenica, Miss Interflora. Alice, che è di Carceri, ha ben figurato alla manifestazione che si è tenuta al centro commerciale di Borgo Valsugana.

Ma com’è arrivata la soldatessa padovana alla fascia di Miss Interflora? «È stata - racconta - una vera casualità. Ero a Trento, con i miei colleghi, per l’adunata nazionale degli alpini (svoltasi dall’11 al 13 maggio, ndr). Mentre stavo camminando tranquillamente in centro, mi ha notato la curatrice per il Trentino del concorso di Miss Italia e mi ha chiesto se volessi partecipare alla manifestazione. Io - continua Alice - sono una persona molto timida, ma mi piace fare esperienze nuove e ho accettato. Direi che è andata abbastanza bene. Questa fascia, per me, è stato un traguardo molto bello e inaspettato».

Un anno fa, Alice, che si è diplomata grafica pubblicitaria all’istituto Manfredini di Este, ha partecipato al bando per entrare a far parte del Corpo degli Alpini. «Mi è andata bene al primo colpo: ora lavoro a Belluno, ma tutti i fine settimana riesco a tornare a Carceri. Cosa mi ha spinto a diventare alpino? Per me è una cosa bella mettermi a disposizione degli altri. La vita militare mi piace, credo di aver trovato il percorso di vita giusto per me. Ma, come detto, sono curiosa e mi piace fare esperienze nuove. Quando ho sfilato per la prima volta, non mi ero mai presentata davanti a una platea e avevo tanta paura di sbagliare. Ma è andato tutto bene».

In famiglia, a Carceri, sono tutti entusiasti per questo primo successo. «Sì, mia mamma e mio papà ne sono orgogliosi. Non hanno potuto assistere alla manifestazione, dove però era presente mia sorella, che mi ha supportato alla perfezione».

La fascia di Miss Interflora spalancherà ad Alice Vigato le porte della finalissima di Miss Trentino-Alto Adige, in programma domenica 19 agosto a Bressanone, in piazza Duomo. Il titolo venne vinto nell’estate 2017 da Alice Rachele Arlanch, ventunenne della Vallarsa, studentessa di Giurisprudenza all’università di Trento. La Arlanch è stata ospite d’onore e giurata, il 18 maggio, alla selezione padovana di Miss Italia che si è tenuta in Fiera. «Non basta la bellezza - ha detto la alle aspiranti miss - nella vita la grinta è importante. Io vorrei diventare avvocato, o almeno avere la laurea».