Stretta sicurezza per Vasco Rossi: rischio paralisi all’Euganeo

Concerti il 6 e 7 giugno, l’invito agli spettatori: «Arrivate presto». Ecco il piano di parcheggi e navette

PADOVA. La macchina organizzativa è partita da mesi. Ma adesso che l’appuntamento si avvicina cresce l’attesa e anche la “tensione” per la due giorni di Vasco Rossi allo stadio Euganeo, in programma il 6 e 7 giugno.

Circa 50 mila persone a sera invaderanno Padova, soprattutto la zona ovest. Bisognerà gestire l’afflusso (e il deflusso) sia in termini di mobilità ma soprattutto in termini di sicurezza, in particolare con le nuove norme della circolare Gabrielli, emanate dopo gli incidenti di piazza San Carlo a Torino dello scorso anno che portarono alla morte di una persona durante un grande evento in piazza. Stavolta siamo in un luogo chiuso e controllato, ma gli accessi dovranno comunque essere gestiti con i tornelli. Un sistema che complica e rallenta le cose.

Vasco a Lignano, il coro dei tifosi e la magia del Komandante sul palco



Accessi col contagocce. Da qui in poi, per le prossime due settimane, il messaggio che organizzatori e autorità lanceranno agli spettatori è uno soltanto: arrivate con largo anticipo. Ufficialmente l’orario di inizio del concerto è alle 21.30, ma di certo non è consigliabile presentarsi ai cancelli poco prima.

Anzi, l’apertura dei cancelli è prevista alle 15.30 e il consiglio è arrivare proprio a quell’ora. Perché le condizioni di sicurezza saranno quelle di un grande evento: ci saranno controlli e tutti dovranno passare dai tornelli, che sono già installati all’Euganeo per le partite di calcio. Ci saranno anche spazi di pre-filtraggio e controllo dei biglietti: ovviamente con un biglietto si potrà entrare solo una volta e non è consentito uscire e rientrare.

Sarà imponente anche il sistema di sicurezza, con le forze dell’ordine supportate dal personale della security predisposto dagli organizzatori. Organizzatori che pagheranno anche gli straordinari per gli agenti della polizia locale: 24 mila euro per le due serate di Vasco e per la data dei Pearl Jam il 24 giugno.

Moltiplicati i parcheggi. Ai vigili sarà delegato il controllo della viabilità. E per questo Palazzo Moroni ha pronto da giorni il piano del traffico, riservandosi anche la possibilità di chiudere le strade d’accesso all’Euganeo fin dalle prime ore del pomeriggio.


Di certo c’è la corsa a trovare spazi per i parcheggi, che ha coinvolto anche il Comune di Limena. Si tratta degli spazi individuati nel piano come “zona ovest”: via Cesare Battisti e l’area attorno al negozio Bata nella zona industriale, oltre al grande spazio attorno all’hotel Crown Plaza, che potranno essere utilizzati come park scambiatori, anche perché vicini al casello autostradale di Padova Ovest.

Altri 4 mila posti auto saranno ricavati nella cosiddetta “zona est” verso l’area della stazione e della Fiera: il park nord del quartiere fieristico ha 900 posti, poi ci sono il park multipiano di via Trieste con 556 posti, il park di via della Pace con 247 posti, piazzale Boschetti con 210 posti, il park Tommaseo con 220 posti, il metropark della stazione con 316 posti. E ancora l’area di parcheggio ex Canova in via Sarpi con 238 posti e il multipiano Central Park di via Annibale da Bassano con altri 228.

Nella parte iniziale della giornata sarà aperto anche il parcheggio sud dello stadio Euganeo con accesso consentito da corso Australia verso viale Nereo Rocco. In più c’è l’intenzione di ricavare anche una nuova area di sosta in via Due Palazzi, con accesso da via Montà e via Sacro Cuore: ma, attenzione, non potrà essere utilizzata in caso di pioggia.



Due linee di bus navetta. Per collegare i parcheggi con lo stadio sono state organizzate due linee di bus navetta: la linea 1 partirà dal tribunale, farà fermata in stazione e in via Sarpi (davanti al park ex Canova) e poi arriverà allo stadio; la linea 2 invece partirà da Limena, in via Casere Battisti, e poi fermerà anche davanti al negozio Bata e al Crown Plaza. All’andata le prime corse inizieranno alle 15 e proseguiranno fino alle 21.15. All’uscita si andrà avanti ad oltranza dal momento della fine del concerto. Il punto di ritrovo per i bus navetta è il parcheggio nord dell’Euganeo.

Pullman, bici e moto. I pullman non potranno arrivare allo stadio e verranno tutti fermati all’ex foro boario di corso Australia, dove c’è il Geox. Da lì è stato organizzato un percorso pedonale che in una ventina di minuti porta all’Euganeo. Un grande spazio per parcheggiare moto e bici invece verrà ricavato davanti al PalaIndoor.
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi