Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un’auto elettrica nel parco comunale

CARMIGNANO DI BRENTA. Il Comune acquista un’auto elettrica (nella foto), tra i primissimi nel Padovano a dotarsi di mezzi ecologici grazie a un impegno concreto che la giunta del sindaco Alessandro...

CARMIGNANO DI BRENTA. Il Comune acquista un’auto elettrica (nella foto), tra i primissimi nel Padovano a dotarsi di mezzi ecologici grazie a un impegno concreto che la giunta del sindaco Alessandro Bolis si è prefissata: rendere il territorio resiliente, ovvero in grado di resistere alle sfide ambientali nel lungo periodo progettando risposte sociali, economiche e ambientali innovative. Il modello scelto è una Renault Zoe bianca. L’auto costa 21mila euro, più 7.000 per la colonnina di ricari ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARMIGNANO DI BRENTA. Il Comune acquista un’auto elettrica (nella foto), tra i primissimi nel Padovano a dotarsi di mezzi ecologici grazie a un impegno concreto che la giunta del sindaco Alessandro Bolis si è prefissata: rendere il territorio resiliente, ovvero in grado di resistere alle sfide ambientali nel lungo periodo progettando risposte sociali, economiche e ambientali innovative. Il modello scelto è una Renault Zoe bianca. L’auto costa 21mila euro, più 7.000 per la colonnina di ricarica pubblica vicino al municipio, utilizzabile dunque anche dai privati. La vettura ha un’autonomia di 400 chilometri, con possibilità di ricarica parziale alla colonnina in mezzora o completa in un’ora. «Questo acquisto proietta Carmignano verso un futuro pienamente ecologico», sottolinea Bolis, «e si inserisce in una serie di interventi per la riduzione dell’inquinamento: il bosco della Molina, il nuovo parco nella ex area del depuratore, la consegna gratuita di piante per i giardini privati. L’auto elettrica è un incentivo per la promozione della cultura sostenibile. Oltre alla colonnina vicino al municipio, ne verranno installate altre due in piazza Marconi e a Camazzole, a servizio pubblico gratuito». Chi ha un’auto elettrica può fermarsi a ricaricare il mezzo. Grazie alla mappatura elettronica delle colonnine, il circuito di rifornimento è in continuo ampliamento in modo da consentire di viaggiare in tranquillità e autonomia. Per i pitstop, basta mezzora: il tempo di una pausa al bar, in una gelateria o un giro fra i negozi e si riparte con un’autonomia di 250 km. Se si ha tempo di sostare 1 ora, l’autonomia raddoppia. «Con le auto elettriche si entra in Ztl tutti i giorni», ricordano gli assessori all’ambiente Michela Simionato e all’ecologia Umberto Carli. «La manutenzione è minima e i costi notevolmente ridotti».

Paola Pilotto