Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pompieri in azione l’autobotte si rompe

Ore 23.30 di domenica: al centralino della caserma dei vigili del fuoco di via San Fidenzio arriva una richiesta di intervento. C’è stato un incendio in una stalla-fienile di via Candiana a Bovolenta....

Ore 23.30 di domenica: al centralino della caserma dei vigili del fuoco di via San Fidenzio arriva una richiesta di intervento. C’è stato un incendio in una stalla-fienile di via Candiana a Bovolenta.

Una squadra di vigili del fuoco parte immediatamente con l’autobotte appartenente alla sede di Piove di Sacco, uno dei pochi mezzi che, seppur vetusto, aveva superato la revisione di qualche giorno fa. Peccato che, a intervento in corso, il mezzo di soccorso abbia lasciato a piedi i pompieri. Im ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Ore 23.30 di domenica: al centralino della caserma dei vigili del fuoco di via San Fidenzio arriva una richiesta di intervento. C’è stato un incendio in una stalla-fienile di via Candiana a Bovolenta.

Una squadra di vigili del fuoco parte immediatamente con l’autobotte appartenente alla sede di Piove di Sacco, uno dei pochi mezzi che, seppur vetusto, aveva superato la revisione di qualche giorno fa. Peccato che, a intervento in corso, il mezzo di soccorso abbia lasciato a piedi i pompieri. Improvvisamente si è infatti rotto il manicotto del liquido per il raffreddamento del motore.

I vigili del fuoco hanno così dovuto richiedere l’intervento di un altro mezzo, seppur più piccolo, comunque l’unico a disposizione, dalla centrale di Padova per riuscire a portare a termine lo spegnimento dell’incendio.

I pompieri hanno lavorato tutta la notte per completare il loro intervento e mettere in salvo le mucche. Il problema che si è verificato la notte di domenica rientra nella già manifestata, con tre scioperi in appena un anno e diversi stati d’agitazione, difficoltà dei vigili del fuoco per quanto riguarda la carenza di organico e la vetustà dei mezzi.

Solo pochi giorni fa, durante la consueta revisione degli automezzi, ben dieci mezzi utilizzati nelle sedi di Padova, Abano Terme e Cittadella sono stati fermati perché non ritenuti idonei al soccorso.

Intanto per la giornata di giovedì prossimo è previsto l’ incontro in direzione per parlare della carenza d’organico dei vigili del fuoco. E in quest’occasione - annuncia già l’Unione Ssndacale di base dei vigili del fuoco, verrà portato all’attenzione del ministero anche lo stato degli automezzi, spesso inadeguati per un servizio di primaria importanza. (a.f.)