Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Banda dei bancomat, chiesta la condanna

Una condanna complessiva a 31 anni e 4 mesi di carcere quella chiesta dal pm Benedetto Roberti nei confronti di sei persone sospettate di aver partecipato al colpo all’impianto bancomat della filiale...

Una condanna complessiva a 31 anni e 4 mesi di carcere quella chiesta dal pm Benedetto Roberti nei confronti di sei persone sospettate di aver partecipato al colpo all’impianto bancomat della filiale Monte dei Paschi di Siena a Candiana, fatto saltare in aria. Rischiano il carcere Cristian Rado, 43 anni di Polverara (6 anni e 20 mila euro di multa la richiesta di condanna); Roberto Bernardello, 45 di Brugine (6 anni, 8 mesi e 27 m ila euro); Massimo Gazziero, 22enne di Brugine (6 anni); Fabi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Una condanna complessiva a 31 anni e 4 mesi di carcere quella chiesta dal pm Benedetto Roberti nei confronti di sei persone sospettate di aver partecipato al colpo all’impianto bancomat della filiale Monte dei Paschi di Siena a Candiana, fatto saltare in aria. Rischiano il carcere Cristian Rado, 43 anni di Polverara (6 anni e 20 mila euro di multa la richiesta di condanna); Roberto Bernardello, 45 di Brugine (6 anni, 8 mesi e 27 m ila euro); Massimo Gazziero, 22enne di Brugine (6 anni); Fabio Battistello, 49 di Brugine sospettato di essere l’uomo d’azione specialista dell’esplosivo (3 anni e 4 mesi); Alberto Gazzabin, 48 di Padova (6 anni); Marco Ladini, 29 di Padova ( 3 anni e 4 mesi), assistiti dai legali Andrea Frank, Franco Capuzzo, Michele Zatta, Giorgio Zecchin e Loris Codato. Ora la parola passa al gup padovano Cristina Cavaggion che si pronuncerà il 27 giugno al termine del giudizio abbreviato. Ha scelto il processo davanti al tribunale, invece, il settimo imputato Jonni Gomiero, 51 di Mira. Per tutti l’accusa contestata è concorso in furto aggravato e detenzione illegale di esplosivo. Ladini e Battistello sono chiamati a rispondere pure di detenzione di altro esplosivo denominato marmotte. È la notte del 22 luglio 2017 quando un ordigno artigianale, collegato a un innesco elettrico, fa esplodere lo sportello bancomat. Sono le 3.08 e il botto fa svegliare di soprassalto mezzo quartiere. I carabinieri arrivano di corsa ma sul posto non c’è nessuno. Solo i resti del bancomat sventrato dal quale i malviventi sono riusciti a portare via, in pochissimi minuti, ben 27.770 euro.