Ucciso da un tumore il consigliere Larry Zuin

Larry Zuin con le sue due figlie

Veggiano: era stato il primo esponente di Forza Nuova eletto nel Padovano.  Aveva 45 anni ed era padre di due bambine, domani alle 15.30 l’addio a S. Maria

VEGGIANO. Dopo una battaglia durata due anni contro un tumore al fegato, ieri alle 7 al Monoblocco di Padova è morto Larry Zuin, 45 anni, consigliere comunale di Forza Nuova.

Era papà di Beatrice e Clarissa, di 4 e 8 anni, avute dalla moglie Annamaria. Prima della malattia, Zuin faceva l’imbianchino ed era stato per sei anni volontario della Protezione civile.


Da poco più di un mese era consigliere comunale a Veggiano, subentrando al compagno di lista Gaetano Bresciano. Da mesi era costretto a un continuo andirivieni dallo Iov di Padova, ma nonostante ciò niente era riuscito a togliergli dal volto il suo contagioso sorriso.

Zuin con la consigliere Monica Migliaccio


Con coraggio aveva deciso di coltivare anche la passione la politica aderendo – trascinato dall’amico Michele Sartori e dall’allora candidata sindaco Monica Migliaccio – alla civica “Per Veggiano” alle elezioni comunali di un anno fa ed era rimasto fuori dal Consiglio per appena due preferenze. Le porte del parlamentino locale si sono aperte comunque un mese fa regalandogli un’improvvisa ribalta mediatica essendo il primo esponente forzanovista a entrare in un consiglio comunale del Padovano. Zuin ha potuto partecipare solo a due sedute alle quali si è presentato con umiltà e disponibilità.

«Ti ricordi in campagna elettorale quando io volantinavo da un lato della strada e tu dall’altro?» scherzava il giorno del suo esordio con Ermelinda Gentile, sua vicina di casa a Santa Maria e consigliera della lista Nuove Energie, ora in maggioranza. «Larry era fatto così, lo conoscevo da quando faceva il volontario alla Protezione civile, in consiglio comunale ha sempre salutato tutti con il sorriso, sia che fossero della maggioranza che dell’oppiszione» ricorda il sindaco Simone Marzari, «Come amministrazione comunale siamo vicini alla moglie Annamaria e alle figliolette: devono essere orgogliose di aver avuto un marito e un padre che aveva sempre un pensiero anche per gli altri». «Io non ho perso un amico, ma un fratello» è il ricordo commosso di Michele Sartori, «Ci conoscevamo da sempre ed era un vero guerriero che fino ha che ha lottato fino all’ultimo: ci mancherà tanto» . «Era davvero una persona speciale che entrava nel cuore e lì ci rimaneva» ricorda Monica Migliaccio, «Sua figlia Clarissa è nella mia società di pattinaggio e lui la seguiva sempre ad ogni gara e qualche giorno fa ha avuto la soddisfazione di vederla arrivare seconda al campionato regionale e di vederla salire sul podio». In ballottaggio per subentrare a Zuin in consiglio comunale ci sono Nicola Zorzetto e Anna Baldi che hanno ottenuto lo stesso numnero di preferenze.

I funerali di Larry Zuin verranno celebrati domani alle 15.30 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi