Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

In 500 alla festa di piazza per la nuova rotatoria

CARMIGNANO DI BRENTA. Più di 500 persone all’inaugurazione (in foto)della rotatoria di Boschi. Una festa di piazza, con tanto di banda Bovo al seguito, per un’opera molto attesa sia per risolvere i...

CARMIGNANO DI BRENTA. Più di 500 persone all’inaugurazione (in foto)della rotatoria di Boschi. Una festa di piazza, con tanto di banda Bovo al seguito, per un’opera molto attesa sia per risolvere i problemi di sicurezza che per riqualificare un’area in degrado. L’incrocio tra le vie Boschi, Belluzzo e Margherita, era uno dei punti più pericolosi del territorio e teatro di incidenti. Lì c’era un ponticello sulla Roggia Molina, il “ponte della cartiera”, e subito dopo si trovava l’ex depurator ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARMIGNANO DI BRENTA. Più di 500 persone all’inaugurazione (in foto)della rotatoria di Boschi. Una festa di piazza, con tanto di banda Bovo al seguito, per un’opera molto attesa sia per risolvere i problemi di sicurezza che per riqualificare un’area in degrado. L’incrocio tra le vie Boschi, Belluzzo e Margherita, era uno dei punti più pericolosi del territorio e teatro di incidenti. Lì c’era un ponticello sulla Roggia Molina, il “ponte della cartiera”, e subito dopo si trovava l’ex depuratore in abbandono. «Ora è stata realizzata un’opera moderna di cui siamo orgogliosi: un solido e ampio ponte con una rotatoria e una fontana illuminata a led Rgb» ha esordito il sindaco Alessandro Bolis, commosso dagli applausi. «Ce l’abbiamo fatta nonostante i tempi difficili per i bilanci comunali. Con questo intervento abbiamo risolto i problemi di sicurezza e riqualificato l’area con un nuovo parco al posto del manufatto del depuratore». Al taglio del nastro hanno assistito il senatore Antonio De Poli che abita nel quartiere, i sindaci e gli assessori di Cittadella, Gazzo, Grantorto, Fontaniva e Galliera, il presidente del Consorzio Brenta, l’assessore provinciale Marcello Bano, e la giunta con l’assessore ai lavori pubblici Michela Simionato che ha illustrato l’opera, costata 800 mila euro e realizzata dalla Euroscavi di Carmignano. Presenti i professionisti Ruggero Faccin, Francesco Benetton, Paolo Barin e Sergio Giacon e molta gente sotto un sole che ha messo ko un paio di persone colte da un leggero malore: una è stata trasportata in ambulanza all’ospedale di Cittadella.

Paola Pilotto