Padova, tram deraglia quattro feriti lievi soccorsi dal 118

Incidente al capolinea della Guizza, bloccata la vaibilità su rotaia

Deraglia il tram al capolinea, 4 feriti

PADOVA. Il tram è deragliato al capolinea della Guizza, ci sono quattro persone ferire seppur pare in modo lieve. Sono state soccorse e portate all'ospedale. Uno di loro era in evidente stato di choc.

Non si ancora come mai sia deragliato uscendo dai binari e finendo alla propria sinistra nel prato: lo chiarirà un'inchiesta interna.

Tram trainato al deposito dopo l'incidente

"Appena saputo dell’incidente del tram al capolinea sud sono andato a verificare di persona cosa fosse successo" sottolinea Andrea Ragona, presidente di BusItalia Veneto "Per avere certezza dell’accaduto bisognerà fare delle indagini, ma da quanto mi dicono i tecnici pare si tratti di errore umano. Quindi nulla a che a vedere con criticità dovute al mezzo. Anzi, mi preme sottolineare, che nella sfortuna, i meccanismi di sicurezza di cui è dotato un tram hanno funzionato. In una situazione simile un bus avrebbe potuto creare danni maggiori. Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che hanno recuperato il mezzo e permesso al servizio di tornare in funzione in brevissimo tempo". I lavoratori del tram sono in sciopero per tutta la giornata (Sls, Cobas, Sgb, Sul protestano per i servizi minimi essenziali) a fasce orarie. 

Il tram deragliato (Bianchi)

Per tutta la giornata di oggi circolano regolarmente solo alcuni autobus. In genere quelli guidati dagli autisti delle aziende che lavorano in sub-appalto. Migliaia di utenti attendono alle fermate il ... tram del desiderio.

I più penalizzati dallo sciopero indetto in BusItalia dai sindacati di base Sls, Cobas, Sgb e Sul sono i padovani che hanno programmato di andare a farsi la spesa nelle piazze ed i turisti, arrivati in treno in città. Nessun problema per gli studenti che sono andati regolarmente a scuola e potranno tornare a casa grazie alle fasce di garanzia assicurate dalla legge 154.

Bus e tram, che hanno inziato lo sciopero alle 8.30, torneranno a circolare alle 12.30 sino alle 15.30. Dopodichè la mobilitazione continuerà sino a fine servizio. Penalizzati, quindi, quelli che avevano l'intenzione di andare in centro per lo shopping. O resteranno a casa oppure ci andranno in automobile con i conseguenti problemi di traffico intenso. "In mattinata sono saltati 43 turni"  osserva Fulvio Di Bernardo, leader di Sls "L'adesione è alta. Questa volta noi di Sindacato, Lavoro e Società siamo arrabbiati anche con il Comune perchè non ha fatto niente per ostacolare la scelta dell'azienda di farci lavorare anche il Primo Maggio. In pratica l'attuale amministrazione comunale, per la Festa dei Lavoratori, si sta comportando come quella di Massimo Bitonci".

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi