Primo maggio, veglia con il vescovo in fabbrica

Alle Officine Facco: per la prima volta la celebrazione della Diocesi di Padova si svolgerà in un'azienda e non in chiesa

PADOVA. Per la prima volta, la Veglia diocesana per il lavoro organizzata dalla Diocesi di Padova si svolgerà in azienda e non in chiesa. Mercoledì 2 maggio, infatti, l'evento sarà ospitato dalle Officine Facco di Marsango di Campo San Martino, dove alle 18.30 il vescovo Claudio Cipolla pregherà per un lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale.

«È il segno di una Chiesa che va, che è presente là dove le persone lavorano, operano, producono, mettono a disposizione per sé e per gli altri le proprie capacità e competenze - sottolinea suor Francesca Fiorese, direttrice dell'Ufficio diocesano Pastorale Sociale e del Lavoro - Andare nel luogo di lavoro, è andare in quel luogo sacro del nostro quotidiano. È la chiesa in uscita, è cercare di raccogliere le esperienze del territorio, delle vicende della vita, del contesto sociale e culturale in cui viviamo».

L'altra novità è la partecipazione all'evento di sigle come Acli, Animl, Ascom, Cisl, Confcooperative, Cobfartigianato, Confindustria, Enaip, Cgil, Uil, Coldiretti, Legacoop e Ucid. Dopo la Veglia, inoltre, l'arcivescovo di Taranto monsignor Filippo Santoro parteciperà ad un incontro sul tema «Felici di lavorare», in programma alle 21 nella sala Cardinal Callegari di via Curtatone e Montanara

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi