Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Stangata elettorale alla Cgil, vince la Cisl

La Uil prima in Iov e Zooprofilattico. Negli ospedali aumenta il consenso degli autonomi del Nursing Up, meno bene gli altri

I dati dello spoglio dei voti per il rinnovo triennale delle Rsu (le rappresentanze sindacali unitarie) da parte dei dipendenti pubblici chiamati alle urne martedì, mercoledì e giovedì, non sono ancora definitivi, ma dai numeri ancora parziali si nota subito che, complessivamente, la Uil ha ottenuto un risultato soddisfacente, specialmente negli enti locali; la Cisl è andata ancora una volta bene nella sanità (Iov in primis) e in diversi altri comparti - tipo Inps - mentre la Cgil ha accusat ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

I dati dello spoglio dei voti per il rinnovo triennale delle Rsu (le rappresentanze sindacali unitarie) da parte dei dipendenti pubblici chiamati alle urne martedì, mercoledì e giovedì, non sono ancora definitivi, ma dai numeri ancora parziali si nota subito che, complessivamente, la Uil ha ottenuto un risultato soddisfacente, specialmente negli enti locali; la Cisl è andata ancora una volta bene nella sanità (Iov in primis) e in diversi altri comparti - tipo Inps - mentre la Cgil ha accusato un calo. Politicamente, finora, i dati più importanti sono quelli del Comune di Padova, dell’Azienda Ospedaliera e dell’Ulss 6 Euganea. Comune: Uil 362 voti pari a 28,19%; Cisl 318 pari al 24,77%; Cgil 292 pari a 22,74%; Adl Cobas 140 (10,90%); Ass Libera 59 (4,6%); Diccap 54 (4,21%); Csa 30 (2,34%); Cub 29 ( 2,26%).

Nella lista vittoriosa della Uil il più votato è risultato il vigile Francesco Scarpelli, originario di Catanzaro. Ha ricevuto 115 consensi; seguono Volpato 81, Benetti 63, Marcolongo 60, Frino 52, Laudicina 49, Catinella 45, Manfrin 31. In Azienda ospedaliera la Cisl ha ottenuto 896 voti pari al 41,95%, la Uil 594 (27,80%), la Cgil 435 (20,37), Nursing Up 123, Nursind: 53; al momento sono stati già assegnati 43 seggi. Ulss Euganea: Cisl 1933, Cgil 865, Nursing Up 547, Uil 503, Nursind: 60, Usb 36. In pratica 29 seggi alla Cisl, 13 alla Cgil, 8 sia alla Uil che a Nursing Up e 1 sia a Nursind che all’Usb.

«Complessivamente la Uil Pubblico Impiego è andata alla grande negli enti locali, vedi Zooprofilattico e Arpav, mentre ha tenuto nella sanità», sottolineano Stefano Tognazzo e Salvatore Livorno «oltre che a Palazzo Moroni il “sindacato dei cittadini”, come lo chiamava Giorgio Benvenuto negli anni ’90 , ha ottenuto brillanti risultati nei comuni di Tombolo, Villafranca, Piove di Sacco, Piazzola Sul Brenta, Montegrotto. A Cervarese Santa Croce ha votato per noi l’80% dei lavoratori». Anche in casa Cisl, negli uffici di Via del Carmine, tira aria di soddisfazione: «I veri vincitori di questa tornata siamo noi», dice Michele Roveron, segretario Cisl Flp «secondo un primo calcolo abbiamo conquistato una media provinciale del 41%, con una punta del 46% nella sanità. Allo Iov abbiamo vinto con il 49,5% e all’Azienda Zero siamo addirittura al 73%. Ottimo il risultato anche in tante case di riposo, all’Aci, Inps e Inail. Ringrazio con il cuore in mano la squadra che è risultata fondamentale per il successo». Neanche i Cobas si lamentano: «Abbiamo preso tanti delegati in Comune, Agenzia Entrate, Dogana, Motorizzazione e Ira», commenta Celeste Giacon «un segnale contro il rinnovo del contratto firmato dai confederali».

Felice Paduano