Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’ex direttore di banca falciato in allenamento

Franco Scabello, 57 anni, di Montegaldella, aveva guidato l’Unicredit di Mestrino  Appassionato di bici, campione veneto di ciclocross, stava preparando una gara

MONTEGALDELLA (Vi). La famiglia, il lavoro come funzionario alla sede di Verona dell’Unicredit dopo aver ricoperto per alcuni anni il ruolo di direttore della filiale di Mestrino, e il ciclismo. Erano queste le cose a cui teneva in modo particolare Franco Scabello, cinquantasettenne di Montegaldella (Vi), deceduto mercoledì sera poco dopo le 22. Travolto da un’auto lungo la provinciale del Buonsenso, tra Fossona e Cervarese, mentre stava tornando verso casa in bicicletta. Scabello e il suo i ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTEGALDELLA (Vi). La famiglia, il lavoro come funzionario alla sede di Verona dell’Unicredit dopo aver ricoperto per alcuni anni il ruolo di direttore della filiale di Mestrino, e il ciclismo. Erano queste le cose a cui teneva in modo particolare Franco Scabello, cinquantasettenne di Montegaldella (Vi), deceduto mercoledì sera poco dopo le 22. Travolto da un’auto lungo la provinciale del Buonsenso, tra Fossona e Cervarese, mentre stava tornando verso casa in bicicletta. Scabello e il suo investitore, un trentacinquenne del posto al volante di una Dacia Duster bianca, proseguivano nella stessa direzione di marcia. Dal semaforo di Fossona verso Cervarese. Il ciclista in sella alla sua amata Giant da corsa stava tornando verso Montegaldella, dove abitava con la moglie Elena Bellan in via Capitello, la strada che porta a Ghizzole. Era uscito per un allenamento nella zona dei colli, com’era solito fare più volte la settimana dopo il turno di lavoro all’Unicredit. Sulle cause del tragico impatto stanno facendo luce i carabinieri del Radiomobile di Abano Terme anche sulla base dei rilievi fatti sul posto da una pattuglia di Lozzo Atestino. Il tratto della provinciale dov’è avvenuto l’indicente è piuttosto buio e visto che non sono rimasti sull’asfalto segni di frenata, è assai probabile che l’automobilista non si sia accorto del ciclista che era munito di un segnalatore luminoso a batteria che è rimasto acceso anche dopo l’impatto. Franco Scabello era uno sportivo molto amato e conosciuto nell’ambiente dei cicloamatori vicentini e padovani. La sua passione principe era il ciclocross. Una specialità dove nel 2016 aveva vinto il titolo di Campione regionale alla fine delle prove disputate con la maglia del gruppo Unicredit Circolo Verona, sezione Ciclismo. Quest’anno si era iscritto al Campionato Banchieri Italiani. «Franco era una persona straordinaria, un distinto signore, buono e corretto che misurava le parole», ricorda Alberto Stefanelli della “Cicli Stefanelli” di Mestrino, «Prima di ogni gara importante arrivava in negozio a mettere a punto la sua bici. Anche se gareggiava come cicloamatore non lasciva nulla al caso. Non riesco a capacitarmi per come sia potuto accadere una tragedia del genere. So che si stava preparando per le corse su strada, per questo terminato il lavoro usciva sulle strade ai confini tra le provincie di Vicenza e Padova». La bicicletta e l’auto coinvolte nell’urto sono state poste sotto sequestro. Sul ciglio della provinciale, in mezzo all’erba sono rimasti pezzi del caschetto e tracce di sangue. Particolari che fanno pensare che l’impatto sia stato particolarmente violento.