Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Canale Altipiano, i lavori finiranno a luglio

Confronto tra il Consorzio di bonifica Bacchiglione e i sindaci dei Comuni. Partita la bonifica bellica

CODEVIGO. Si è tenuto martedì pomeriggio, all’idrovora di Santa Margherita, un confronto tra il Consorzio di bonifica Bacchiglione e i sindaci dei Comuni di Codevigo, Arzergrande, Correzzola, Piove di Sacco, Pontelongo, Bovolenta, Brugine e Polverara. L’incontro è servito per fare il punto della situazione sulla prima parte di interventi fatti dal consorzio sulla messa in sicurezza del canale Altipiano. «Tanta è la soddisfazione» ha detto il presidente Paolo Ferraresso «per l’efficienza con ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CODEVIGO. Si è tenuto martedì pomeriggio, all’idrovora di Santa Margherita, un confronto tra il Consorzio di bonifica Bacchiglione e i sindaci dei Comuni di Codevigo, Arzergrande, Correzzola, Piove di Sacco, Pontelongo, Bovolenta, Brugine e Polverara. L’incontro è servito per fare il punto della situazione sulla prima parte di interventi fatti dal consorzio sulla messa in sicurezza del canale Altipiano. «Tanta è la soddisfazione» ha detto il presidente Paolo Ferraresso «per l’efficienza con cui sono stati svolti i lavori fino a questo momento. La riconoscenza da parte delle amministrazioni sottolinea il fatto che stiamo andando nella giusta direzione». Per quanto riguarda le opere del Consorzio Bacchiglione rimangono da ultimare i lavori esterni al canale. Si procederà con la sistemazione dell’asfalto delle strade nei tratti danneggiati durante i lavori. La conclusione dei lavori è prevista per la fine di luglio. Sono già partiti inoltre gli interventi di bonifica bellica che permetteranno di continuare la sistemazione interna dell’alveo per un tratto di altri dieci chilometri, lavori che partiranno a ottobre 2018. «La realizzazione dell’impianto idrovoro sull’Altipiano» ha aggiunto Ferraresso «è un’opera fondamentale per risolvere in maniera definitiva le problematiche di sicurezza idrica della zona. Per questo motivo abbiamo chiesto il sostegno dei sindaci per chiedere al Provveditorato (ex Magistrato alle Acque di Venezia) di ultimare tempestivamente i lavori. Sottoscriveremo un documento che sarà siglato dai sindaci e presentato congiuntamente a Venezia». Alla fine dell’incontro è stato lanciato ai sindaci un appello: l’emergenza rifiuti. Nell’ultimo periodo la quantità di rifiuti presente nei canali e nei fossi sta aumentando, per questo motivo serve un intervento efficace e tempestivo. (al. ce.)