Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Montagnana scarica il traffico su di noi»

BORGO VENETO. «Trovo estremamente scorretto prendere una decisione del genere senza avere come interlocutori i rappresentanti di un Comune da 7 mila abitanti». Michele Sigolotto, ex sindaco di...

BORGO VENETO. «Trovo estremamente scorretto prendere una decisione del genere senza avere come interlocutori i rappresentanti di un Comune da 7 mila abitanti». Michele Sigolotto, ex sindaco di Saletto e candidato alla fascia di primo cittadino per Borgo Veneto, contesta l’approccio del sindaco montagnanese Loredana Borghesan, pronta ad emanare un’ordinanza che vieta il traffico pesante sul tratto cittadino di “Padana Inferiore”. «È stata convocata una conferenza dei servizi e Borgo Veneto, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORGO VENETO. «Trovo estremamente scorretto prendere una decisione del genere senza avere come interlocutori i rappresentanti di un Comune da 7 mila abitanti». Michele Sigolotto, ex sindaco di Saletto e candidato alla fascia di primo cittadino per Borgo Veneto, contesta l’approccio del sindaco montagnanese Loredana Borghesan, pronta ad emanare un’ordinanza che vieta il traffico pesante sul tratto cittadino di “Padana Inferiore”. «È stata convocata una conferenza dei servizi e Borgo Veneto, ora commissariato, non aveva un amministratore come referente. Era necessario prendere una decisione simile in tempi così brevi? Non si poteva aspettare giugno, quando Borgo Veneto avrà una rappresentanza?» incalza Sigolotto, «Le deviazioni imposte dall’ordinanza di Montagnana fanno sì che gran parte del traffico si incanali sulle provinciali del territorio di Borgo Veneto. È chiaro che va valutata la sicurezza di queste strade e i disagi che le deviazioni comporteranno». Sigolotto ricorda come i divieti al traffico pesante imposti a Este, per i camion provenienti dall’area berica, avessero comportato un incremento di Tir sulla provinciale 32 “Megliadina”: il timore è che si registrino ripercussioni analoghe. Sigolotto vorrebbe inoltre un’analisi di Arpav sull’aumento dell’inquinamento («si chiede ai camion un allungo di 30 chilometri») e una valutazione sul peso che questa scelta avrà sulle attività commerciali, per le quali si sono ipotizzati comunque pass e deroghe. «Siamo il territorio maggiormente interessato dall’ordinanza: Montagnana non può decidere senza di noi», chiude Sigolotto. Con lui un altro sindaco avanza forti rimostranze. «Hanno organizzato una conferenza dei servizi e Carceri non è stato invitato» denuncia Tiberio Businaro, primo cittadino a Carceri «L’ordinanza inevitabilmente creerà ripercussioni nel nostro territorio comunale, per esempio con il traffico che si riverserà su una Sp 100 incapace di reggere altri transiti. Avrei voluto essere presente per dire la mia e soprattutto vorrei numeri e simulazioni per capire quanto queste scelte impattino sul resto della viabilità». (n. c.)