Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si schianta contro un camion e muore

Il 46enne, forse colto da malore, ha invaso la corsia opposta e centrato il bilico. Grave la giovane collega in auto con lui

CORREZZOLA. Una vita spezzata in un attimo. Forse un improvviso malore, peggio ancora una fatale distrazione. Poco conta a questo punto per Corrado Andrea Cerami, quarantaseienne dell’hinterland milanese, deceduto ieri mattina a seguito di un tragico incidente sulla Sr 105 Cavarzerana, in località Brenta d’Abbà. Al volante di una Renault Captur, per motivi al momento inspiegabili, ha invaso la corsia opposta, schiantandosi frontalmente contro un camion che proveniva in senso opposto. A nulla ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CORREZZOLA. Una vita spezzata in un attimo. Forse un improvviso malore, peggio ancora una fatale distrazione. Poco conta a questo punto per Corrado Andrea Cerami, quarantaseienne dell’hinterland milanese, deceduto ieri mattina a seguito di un tragico incidente sulla Sr 105 Cavarzerana, in località Brenta d’Abbà. Al volante di una Renault Captur, per motivi al momento inspiegabili, ha invaso la corsia opposta, schiantandosi frontalmente contro un camion che proveniva in senso opposto. A nulla è servita la disperata manovra dell’autista del mezzo pesante che ha cercato di evitare l’impatto. Il camionista è rimasto illeso, anche se fortemente turbato dall’accaduto. È stata invece ricoverata all’ospedale di Padova la 21enne che viaggiava con Cerami. Si tratta di una sua giovane collega di lavoro. Non è stato facile identificarla, perché non aveva con sé alcun documento ed era sotto choc. Lei e Cerami erano in viaggio per una ditta milanese di ricambi per macchine da cucire. Dopo un intero pomeriggio di apprensione, in serata è stata dichiarata fuori pericolo di vita. Nelle prossime ore, appena la sua situazione tornerà stazionaria, sarà sentita per raccogliere nuovi elementi.

L’impatto è avvenuto alle 10. 55, com’è rimasto impresso nel disco orario del camion Mercedes prima di fermarsi a bordo strada. A.V. , autista di 55 anni di Anguillara Veneta e dipendente di una ditta di Agna, stava viaggiando in direzione di Cavarzere con un camion adibito al trasporto del pollame, in quel momento privo di carico.

Le condizioni atmosferiche erano ottimali, come pure quelle dell’asfalto. All’improvviso la Renault di Cerami, che proveniva in senso opposto, ha invaso la sua corsia e il tir non è riuscito a evitarla. Lo schianto è stato terribile. L’auto è stata ridotta a un ammasso di lamiere. Il camionista, subito sceso, ha cercato disperatamente di prestare i primi soccorsi. L’automobilista era però spirato sul colpo. Sul posto sono intervenuti la Polstrada di Piove di Sacco, il Suem 118 e i vigili del fuoco che hanno liberato la donna ferita, incastrata tra le lamiere. È stata portata a Padova d’urgenza con l’elisoccorso. Nell’abitacolo dell’auto, sui sedili posteriori, c’era un seggiolino per bambini. Per questo è iniziato, con tutte le forze in campo, subito un capillare controllo della zona per verificare l’eventuale presenza di una terza presenza nell’abitacolo al momento della tragedia. Ipotesi poi fortunatamente scartata.

Andrea Cerami risiedeva a Peschiera Borromeo e lavorava per una ditta di Milano. Lascia la moglie, attesa oggi per il riconoscimento della salma, e una bambina piccola. L’incidente ha creato inevitabili disagi al traffico perché il tratto dove si è verificato è stato completamente interdetto per permettere prima i soccorsi, quindi i rilievi e, alla fine, le operazioni di rimozione dei mezzi. I camion che si trovavano nel tratto di strada a ridosso dell’incidente, soprattutto quelli diretti verso Cavarzere, non sono riusciti a trovare una via di fuga e si sono trovati a rimanere in coda, fermi per oltre due ore. Chi invece stava viaggiando verso la Romea è stato fatto deviare per il centro della frazione di Brenta d’Abbà e per Correzzola. La situazione della viabilità è stata ristabilita verso le 13. 30.