Nessuna potatura selvaggia al Kursaal, multa annullata

ABANO TERME. Non c’è stata alcuna potatura selvaggia, nessun danno ambientale. Lorenzo Sartiè, ex presidente del Cvcs, consorzio che aveva preso in gestione il Kursaal di Abano, ha vinto la sua...

ABANO TERME. Non c’è stata alcuna potatura selvaggia, nessun danno ambientale. Lorenzo Sartiè, ex presidente del Cvcs, consorzio che aveva preso in gestione il Kursaal di Abano, ha vinto la sua battaglia. La Polizia locale, che nel 2013 aveva sanzionato Sartiè e il Cvcs con una ammenda pari a 7 mila euro per aver effettuato, secondo le prime ispezioni, la potatura degli alberi deturpando la chioma delle piante con il metodo della capitozzatura, ha archiviato in questi giorni il procedimento annullando la multa. «Le piante presentavano sofferenza e stress dovuti alle potature secondo l’accusa», spiega Giorgio Destro, l’avvocato incaricato da Sartiè per la difesa del consorzio. «Le potature secondo laPolizia locale e i tecnici forestali da loro incaricati sembravano aver rovinato le alberature. Invece nulla di tutto questo, tanto che le piante si sono ben riprese e sviluppate, come previsto dall’attività di potatura portata avanti da Sartiè e dal suo consorzio. Alla fine anche la comandante della Polizia locale di Abano, Francesca Aufiero, ha dovuto ammettere che non si è trattato di danno ambientale e che non c’è stato danneggiamento alle piante, archiviando così il procedimento». (f. fr.)

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi