Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sorpreso a cedere metadone Tossicodipendente in manette

BOARA PISANI. Stava cedendo un flacone di metadone ad un giovane rodigino. È stato sorpreso in flagranza dai carabinieri di Boara Pisani, che lo hanno arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze...

BOARA PISANI. Stava cedendo un flacone di metadone ad un giovane rodigino. È stato sorpreso in flagranza dai carabinieri di Boara Pisani, che lo hanno arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. A finire in manette è stato Claudio Verdelli, 27 anni, residente in provincia di Ragusa ma domiciliato a Boara Pisani, con numerosi precedenti alle spalle. L’uomo, non molto distante dalla sua abitazione, è stato beccato nell’atto di cedere un flacone di metadone a un ventiquattrenne ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BOARA PISANI. Stava cedendo un flacone di metadone ad un giovane rodigino. È stato sorpreso in flagranza dai carabinieri di Boara Pisani, che lo hanno arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. A finire in manette è stato Claudio Verdelli, 27 anni, residente in provincia di Ragusa ma domiciliato a Boara Pisani, con numerosi precedenti alle spalle. L’uomo, non molto distante dalla sua abitazione, è stato beccato nell’atto di cedere un flacone di metadone a un ventiquattrenne di Ceregnano (Ro). In cambio Verdelli ha ricevuto 20 euro come compenso. La sostanza era legittimamente detenuta dal ragusano, poiché regolarmente prescritta in virtù della sua condizione di tossicodipendente. Oltretutto sul flacone era applicata un’etichetta che, sebbene i soggetti abbiano provato a cancellare, riportava parzialmente le generalità del ventisettenne. Arrestato su disposizione del pm della Procura Rovigo, Fabrizio Suriano, l’uomo è stato condotto nella cella di sicurezza della caserma di Este, in attesa della celebrazione del rito direttissimo fissato. (n. c.)