Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Stop ai camion in via Corte», 120 firme

GALLIERA VENETA. Stop ai camion su via Corte a Galliera, i residenti mettono insieme 120 firme e le protocollano in municipio. Nella missiva, inviata al sindaco Stefano Bonaldo, i cittadini gli...

GALLIERA VENETA. Stop ai camion su via Corte a Galliera, i residenti mettono insieme 120 firme e le protocollano in municipio. Nella missiva, inviata al sindaco Stefano Bonaldo, i cittadini gli chiedono di intervenire per risolvere una serie di problematiche, a partire dal «passaggio continuo di autocarri a tutte le ore del giorno, notte compresa, nonostante esista il divieto di transito per i mezzi pesanti».

I residenti di via Corte evidenziano anche come «i mezzi sfreccino ad elevata velo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

GALLIERA VENETA. Stop ai camion su via Corte a Galliera, i residenti mettono insieme 120 firme e le protocollano in municipio. Nella missiva, inviata al sindaco Stefano Bonaldo, i cittadini gli chiedono di intervenire per risolvere una serie di problematiche, a partire dal «passaggio continuo di autocarri a tutte le ore del giorno, notte compresa, nonostante esista il divieto di transito per i mezzi pesanti».

I residenti di via Corte evidenziano anche come «i mezzi sfreccino ad elevata velocità, creando pericolo per chi abita lungo la strada. Manca inoltre il marciapiede sul lato est di via Corte». Il passaggio continuo dei camion provocherebbe inoltre «dei danni strutturali alle abitazioni, come crepe e tegole che si staccano dai tetti», continuano, «Per non parlare dell'inquinamento acustico e ambientale: le case sono costruite lungo la strada e chi le occupa sente quotidianamente gli edifici vibrare». In poche parole: «Tutta la segnaletica presente e ben visibile viene ignorata costantemente». I residenti hanno inviato al sindaco una serie di proposte per risolvere il problema: «Servono maggiori controlli da parte della polizia locale e si dovrebbero installare degli autovelox per limitare le velocità dei mezzi».

Dal canto suo il primo cittadino spiega come la viabilità di via Corte, ma anche di via Statue, sia un'annosa questione «che nei miei 8 anni da sindaco mi sono ritrovato più volte ad affrontare, anche con il collega di Rossano Veneto. Per quanto riguarda il posizionamento di autovelox, su via Corte non è possibile sistemarne perché si tratta di una strada provinciale. Nella zona c'è inoltre una forte concentrazione di insediamenti produttivi», precisa Bonaldo, «per questo quattro anni fa abbiamo imposto il divieto ai camion, ma è ovvio che ai mezzi pesanti che percorrono la via per raggiungere le aziende della zona non si possa dire di no».

Il sindaco annuncia: «Nei prossimi giorni organizzeremo un incontro con i residenti, come già fatto negli anni passati, per discutere della questione». (s.b.)