Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cortelazzo eletto presidente della società Acquevenete

MONSELICE. Tutto secondo copione: Piergiorgio Cortelazzo è il nuovo presidente di Acquevenete e Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo, è il suo vice. Le nomine sono arrivate nel primo Cda della...

MONSELICE. Tutto secondo copione: Piergiorgio Cortelazzo è il nuovo presidente di Acquevenete e Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo, è il suo vice. Le nomine sono arrivate nel primo Cda della società nata dalla fusione di Centro Veneto Servizi e Polesine Acque e che oggi è gestore idrico per 110 comuni del Basso Veneto.

La prima riunione del Cda si è svolta nel tardo pomeriggio di lunedì. Nel consiglio siedono anche anche Paola Fortuna (sindaco di Pojana Maggiore), Alessandro Ferlin (ex pres ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONSELICE. Tutto secondo copione: Piergiorgio Cortelazzo è il nuovo presidente di Acquevenete e Massimo Bergamin, sindaco di Rovigo, è il suo vice. Le nomine sono arrivate nel primo Cda della società nata dalla fusione di Centro Veneto Servizi e Polesine Acque e che oggi è gestore idrico per 110 comuni del Basso Veneto.

La prima riunione del Cda si è svolta nel tardo pomeriggio di lunedì. Nel consiglio siedono anche anche Paola Fortuna (sindaco di Pojana Maggiore), Alessandro Ferlin (ex presidente di Polesine Acque), Emanuele Barbetta (sindaco di Sant’Elena), Antonio Bombonato (sindaco di Costa di Rovigo), e Anastasia Nariuzzi (consigliere comunale di Ponte San Nicolò). Cortelazzo – che per due mandati è stato consigliere regionale con Forza Italia – è anche in pole per una candidatura in un collegio blindato del centrodestra nel Trevigiano (in quello di Conegliano o quello della Castellana) per le prossime elezioni politiche.

Resta da chiarire se le due posizioni, a scenari confermati, risulteranno compatibili o meno. (n. c.)