Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Beni dimenticati, 3 milioni in arrivo

Soldi per 8 restauri nel Padovano, tra cui il Castello di Este e il loggiato di Piazzola

Da Roma arrivano otto finanziamenti per il recupero di luoghi dal forte valore culturale della provincia di Padova e la maggior parte dei fondi arriva nella Bassa. A darne notizia è l’onorevole dem Giulia Narduolo, che riporta l’esito dell’iniziativa «Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati» lanciata un anno e mezzo fa dall’allora premier Matteo Renzi. Il governo, con questo progetto, ha messo a disposizione un fondo di 150 milioni di euro per finanziare interventi di recupero ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Da Roma arrivano otto finanziamenti per il recupero di luoghi dal forte valore culturale della provincia di Padova e la maggior parte dei fondi arriva nella Bassa. A darne notizia è l’onorevole dem Giulia Narduolo, che riporta l’esito dell’iniziativa «Bellezza@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati» lanciata un anno e mezzo fa dall’allora premier Matteo Renzi. Il governo, con questo progetto, ha messo a disposizione un fondo di 150 milioni di euro per finanziare interventi di recupero o restauro di luoghi culturali oppure per realizzare progetti culturali particolari. Sono stati 8 mila i luoghi e i progetti segnalati in tutta Italia. Nei giorni scorsi è stata pubblicata la graduatoria finale che vede impegnati tutti i 150 milioni di euro su un totale di 273 progetti in tutta Italia.

Com’è andata in Veneto? Le sette province venete vedranno finanziati un totale di 28 progetti: uno a Rovigo, uno a Venezia, tre a Vicenza, quattro a Treviso e a Belluno, sette a Verona, otto a Padova. Nella provincia euganea gli interventi finanziati riguardano: l’ex tratto ferrato di via dei Ronchi in zona Camin a Padova con 150 mila euro, ma aveva ricevuto anche il contributo per la pista ciclabile del progetto “Cam(m)in Facendo”. E ancora: il municipio di Megliadino San Fidenzio (170 mila euro), l’oratorio della Madonna del Carmine a Massanzago (196.700 euro), l’ex teatro parrocchiale e l’oratorio di Sant’Agnese a Vighizzolo (245 mila euro), la Torre dell’Orologio a Camposampiero (310 mila euro), la Barchessa Gurian a Bagnoli di Sopra (420 mila euro), il Castello di Este (500 mila euro), il Loggiato Palladiano a Piazzola sul Brenta (800 mila euro). Il totale dei contributi che arriveranno dal Governo ammonta a circa 2,8 milioni di euro. Commenta Narduolo: «Una bella sorpresa di inizio anno, molto attesa, che ci consente di confermare un altro impegno preso dal governo in questa legislatura tanto bistrattata da tutti. Padova è la prima provincia del Veneto per numero di progetti finanziati. In diversi casi, l’iniziativa aveva suscitato una mobilitazione dal basso promossa da amministratori o associazioni, che chiedevano ai loro concittadini di segnalare uno specifico luogo o bene culturale bisognoso di interventi di recupero e restauro, penso ad esempio alla Barchessa Gurian di Bagnoli. Evidentemente chi ha più saputo dimostrare di essere una comunità legata ad un bene culturale identitario ha portato a casa un bel risultato».

Nicola Cesaro