Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Distribuiti quasi 2 milioni per 29 progetti

Tra gli interventi finanziati dal Gal Patavino importanti restauri a Este, Montagnana e Sant’Elena

MONSELICE. Dal restauro di alcuni edifici storici di pregio al recupero delle classiche “barchesse” che punteggiano la campagna, dalla creazione di itinerari ciclabili sulle antiche vie alla manutenzione dei sentieri dei Colli Euganei, fino agli interventi di ammodernamento delle attività agricole. I contributi per 1 milione e 720 mila euro assegnati dal Gal Patavino andranno a finanziare 29 progetti, presentati per lo più dai Comuni della Bassa Padovana con il Parco Colli e qualche azienda ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONSELICE. Dal restauro di alcuni edifici storici di pregio al recupero delle classiche “barchesse” che punteggiano la campagna, dalla creazione di itinerari ciclabili sulle antiche vie alla manutenzione dei sentieri dei Colli Euganei, fino agli interventi di ammodernamento delle attività agricole. I contributi per 1 milione e 720 mila euro assegnati dal Gal Patavino andranno a finanziare 29 progetti, presentati per lo più dai Comuni della Bassa Padovana con il Parco Colli e qualche azienda privata, per un investimento di oltre 2,3 milioni di cui beneficerà il territorio. Nel programma di sviluppo locale messo a punto dal Gal sono tre gli ambiti di intervento: il turismo sostenibile, il recupero del patrimonio storico e architettonico e l’ammodernamento dell’agricoltura.

Ecco allora i 150 mila euro assegnati al Comune di Este per la ricostruzione del volume interno dell’ex chiesetta dell’Annunziata in piazza Trento: «Ne faremo un lungo di incontro per i giovani, una “bottega della arti” in cui dare sfogo alla creatività», spiega il sindaco Roberta Gallana. Con qualche decina di euro il meno il Comune di Montagnana potrà recuperare la torre campanaria della Chiesa di San Benedetto. E sempre Montagnana è beneficiaria di altri 150 mila euro per il progetto “Antiche Vie”: «Ammoderneremo le sale Venezia e Austriaca di Castel San Zeno» aggiunge il sindaco Loredana Borghesan «e allestiremo la segnaletica informativa della via “Romea Strata” insieme alle attività promozionali e informative sul recupero di questa antica strada». A Sant’Elena 150 mila euro serviranno per recuperare le pertinenze della barchessa di villa Miari De’ Cumani: «Ospiterà degli alloggi rivolti ai diversamente abili dell’associazione Age Speciale che potranno così condurre una vita autonoma in un contesto protetto come quello del nostro paese», ricorda il sindaco Emanuele Barbetta.

A Vescovana invece saranno spesi 105 mila euro per la “piazza verde” con le sue alberature, mentre ad Anguillara con 25 mila euro saranno restaurati gli antichi cippi di confine della Veneranda Arca del Santo. L’elenco è lungo e comprende i bikers point ad Este, la manutenzione di staccionate e sentieri nell’area Parco, la promozione turistica nel Conselvano. «Salgono a 39 i progetti finanziati» ricorda Federico Miotto, presidente del Gal «con 2 milioni 160 mila euro che generano investimenti di oltre 3,2 milioni. Venerdì apriremo altri 4 bandi per un milione di euro».

Nicola Stievano