Travolto dal carico, grave operaio 53enne di Correzzola

PIOVE DI SACCO. Schiacciato da reti metalliche, operaio in gravi condizioni. È ricoverato in prognosi riservata un operaio di 53 anni rimasto schiacciato nella serata di mercoledì da alcune reti...

PIOVE DI SACCO. Schiacciato da reti metalliche, operaio in gravi condizioni. È ricoverato in prognosi riservata un operaio di 53 anni rimasto schiacciato nella serata di mercoledì da alcune reti metalliche durante le operazioni di carico in un magazzino di materiale edile. S. P., che abita a Correzzola, l’altra notte è stato operato d’urgenza all’ospedale Immacolata Concezione per un polmone perforato. Le sue condizioni sono sotto stretta osservazione dei medici che si riservano ancora del tempo per sciogliere la prognosi. Oltre alla ferita al polmone l’uomo, che malgrado tutto non ha perso conoscenza dopo l’infortunio, ha riportato anche alcune fratture. L’incidente si è verificato intorno alle 19. 30 nella sede della Zagolin Giovanni snc, attività di via Boresse che si occupa della fornitura di materiale edile e per scavi. S. P. , dipendente della New Viedil di Codevigo, insieme a un collega, prima del termine della giornata lavorativa e del rientro alla base, si era recato al magazzino di via Boresse per ritirare del materiale che sarebbe poi servito l’indomani in qualche cantiere. Ad occuparsi delle operazioni di carico c’era ovviamente il personale della Zagolin, con un operatore che ha iniziato a trasportare con un muletto, dal deposito al furgone della ditta cliente, alcune reti metalliche elettrosaldate. Improvvisamente il carico è però scivolato dalle forche di sollevamento del carrello elevatore, precipitando a terra da un’altezza di un paio di metri. Uno dei due operai della ditta di Codevigo è riuscito a scansarsi in tempo, evitando per una frazione di secondo di essere colpito dalle reti. S. P. invece ne è rimasto travolto. Subito è stato soccorso e trasportato dal personale del Suem 118 in ambulanza all’ospedale cittadino. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno effettuato i rilievi insieme agli ispettori dello Spisal dell’Usl 6 Euganea. Tutte da verificare le cause dell’incidente per cui non si esclude al momento nessuna ipotesi. Potrebbe essersi trattato di una semplice fatalità, come pure di un errore di manovra o di un’operazione macchiata da qualche negligenza in tema di rispetto delle norme di sicurezza. Alla Zagolin, negli scorsi anni, si erano purtroppo già verificati alcuni altri incidenti, uno dei quali è costato la vita a un operaio.

Alessandro Cesarato

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi