In Sant'Antonio il nuovo delegato pontificio

Monsignor Fabio Dal Cin

Monsignor Dal Cin: "Grato al Papa per questo incarico che mi permetterà di tenere un piede in Veneto"

PADOVA. La Basilica di Sant'Antonio, a Padova, ha accolto oggi monsignor Fabio Dal Cin, che prende il posto di monsignor Giovanni Tonucci, come delegato pontificio.

Varcata la soglia principale, Dal Cin ha baciato il Crocifisso e ha celebrato la messa; quindi, dopo la comunione, ha offerto una lampada votiva alla tomba del Santo con cui illuminare il cammino della comunità, ha chiesto a Sant'Antonio di sostenerlo nel suo compito e ha posato la mano sulla pietra della tomba, come fanno ogni anno milioni di pellegrini.

Il ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali, padre Giovanni Voltan, a nome di tutti i frati della comunità francescana del Nord Italia ha donato al delegato pontificio due «guide» per camminare insieme: l'annuario della Provincia e il libro del Progetto per il quadriennio 2017-2021 redatto nel Capitolo dei Frati minori conventuali.

«Vi ringrazio tutti della presenza e delle preghiere che farete per me - ha detto monsignor Dal Cin - Rivolgo a papa Francesco la mia gratitudine per questo incarico, che mi permetterà di tenere un piede in Veneto. Perché questa è la mia terra e vi sono molto legato».

Fra le autorità il sindaco Giordani

Tra i presenti anche il sindaco Sergio Giordani, che ha dato il benvenuto a monsignor Dal Cin ricordando la figura di Sant'Antonio: «In una società attraversata, oggi più che mai, da tensioni e violenze, la voce di sant'Antonio, il suo messaggio di pace, risuona forte e limpido in tutto il mondo»

Video del giorno

Nubifragio nel varesotto. A Busto Arsizio un’auto è rimasta sommersa dall’acqua

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi