"Mi picchia e mi umilia, non mangio più": la ex lo denuncia

Il comando provinciale dei carabinieri di Padova

Si presenta dai carabinieri con il volto tumefatto dopo l'ennesima lite, nei guai il titolare del Sushi Su di Padova

PADOVA. Una relazione finita male, terminata con offese e una aggressione fisica che ha spinto la fidanzata, ormai ex a sporgere querela contro di lui dopo un occhio nero, contusioni alle labbra e alle braccia e una umiliazione per le offese ricevute che fa ancor più male dei lividi. Lei è una avvenente ragazza ventenne, lui è Massimiliano Liggieri, proprietario del Sushi Su, locale finito alla ribalta qualche settimana fa dopo il video accusa da parte di Simone Rugiati, lo chef e conduttore televisivo, noto per aver condotto programmi con Belen, Gerry Scotti e Maria De Filippi che aveva stroncato il rinomato ristorante, specializzato in cucina giapponese, accusando i gestori di servire del pesce in scatola.
 
 
Una diatriba finita con una denuncia per diffamazione contro Rugiati, sporta proprio da Liggieri e Michele Stecca, titolari della pizzeria Stecca e pure del ristorante. Ora Liggieri si trova chiamato in causa dalla querela presentata martedì scorso dall’ex fidanzata ai carabinieri. La donna racconta a verbale che, durante la loro relazione, iniziata nel luglio del 2016 ci sono stati alti e bassi che l’avevano spinta a denunciarlo già nell’aprile scorso, rimettendo poi la querela, strappando la sua promessa di non offenderla e non colpirla più.
 
Si legge nella querela che Liggieri nel giugno scorso l’avrebbe aggredita e fatta cadere a terra, provocandole delle abrasioni alle gambe: per suffragare il suo racconto ha allegato alla denuncia due foto che mostrano le tumefazioni. La situazione precipita sabato scorso, quando lui – sempre leggendo la querela che i carabinieri hanno spedito in procura – in via Giordano Bruno, di fronte all’esterno del locale, la strattona con violenza facendola cadere a terra e sferrandole un calcio alla gamba.
 
 
Lei infatti vuole troncare quella relazione che ormai giudica malata. Domenica sera al termine di un litigio lui l’ha colpita con violenza al volto e alle braccia, mordendola pure. Quindi è andata al pronto soccorso poco dopo le due della notte, venendo dimessa un’ora dopo con una prognosi di 4 giorni.
 
Nella denuncia querela i carabinieri ipotizzano ai danni del ristoratore gli atti persecutori, rimettendosi ad una valutazione più complessa del caso, che spetterà alla magistratura. Il pubblico ministero potrebbe anche decidere di sentirla per raccogliere altri dettagli di questa triste storia, sulla quale anche Liggieri dovrà dare la sua versione. La ragazza scrive a verbale della soggezione che le incuteva il fidanzato, tale da farla dimagrire diversi chili per il timore. 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi