In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Acque reflue «Nessun accordo con gli albergatori»

MONTEGROTTO TERME. Nessuna carta scritta che testimoni la chiusura della trattativa e nessun favoritismo nei confronti degli albergatori. L’assessore al Bilancio del Comune di Montegrotto Pierluigi...

1 minuto di lettura
MONTEGROTTO TERME. Nessuna carta scritta che testimoni la chiusura della trattativa e nessun favoritismo nei confronti degli albergatori. L’assessore al Bilancio del Comune di Montegrotto Pierluigi Sponton sconfessa quanto detto dal suo predecessore Massimiliano Zaramella. Il quale aveva dichiarato di aver chiuso la trattativa, relativa agli ultimi 5 anni, con gli albergatori per il pagamento della tassa sulle acque reflue non pagata a 400mila euro rispetto agli oltre 1,3 milioni dovuti.

«Di carte e di accordi sottoscritti non ne ho trovati», spiega Sponton. «Gli ultimi passaggi sono avvenuti quando Zaramella era ancora assessore e pertanto a conoscenza che nulla si era concluso anzi, molto era ancora da definire. Considero prioritario, al pari di tutta l’amministrazione di Montegrotto, poter utilizzare le risorse termali per riscaldare da subito alcuni edifici pubblici, in attesa che l’Università di Padova termini l’analisi complessiva sull’intero territorio comunale. Sicuramente non basterà riscaldare alcuni edifici pubblici per dare del nostro comune un’immagine “green”. Ricordiamo che non esistono cittadini di serie A o di serie B: esistono i cittadini tra cui anche gli albergatori con le loro famiglie che sono sia parte importante del tessuto produttivo, ma anche, a loro volta, fruitori di servizi». Il sindaco Riccardo Mortandello aggiunge: «La trattativa adesso viene congelata e ripartirà a metà settembre quando si sarà insediato il nuovo segretario comunale». (f.fr.)

I commenti dei lettori