Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nuovo sindaco, scelgono 16.392 elettori  

Si disputa la settima sfida tra aspiranti primi cittadini: l’anno scorso espresse la sua opinione il 63% degli aventi diritto

ABANO TERME. Sono 16.392 (su 19.349 residenti) gli elettori aponenensi chiamati alle urne oggi, dalle 7 alle 23, per scegliere il nuovo sindaco di Abano fra Federico Barbierato ed Emanuele Boccardo. Sono diciotto i seggi allestiti. Un anno fa, al turno di ballottaggio parteciparono 10.233 aventi diritto (pari al 63%); le schede bianche risultarono 80 (23 in più del primo turno); le nulle 116 (112 in meno del primo turno). Settimo ballottaggio, Per Abano si tratta del settimo ballottaggio. So ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ABANO TERME. Sono 16.392 (su 19.349 residenti) gli elettori aponenensi chiamati alle urne oggi, dalle 7 alle 23, per scegliere il nuovo sindaco di Abano fra Federico Barbierato ed Emanuele Boccardo. Sono diciotto i seggi allestiti. Un anno fa, al turno di ballottaggio parteciparono 10.233 aventi diritto (pari al 63%); le schede bianche risultarono 80 (23 in più del primo turno); le nulle 116 (112 in meno del primo turno). Settimo ballottaggio, Per Abano si tratta del settimo ballottaggio. Solo un anno fa, il 19 giugno 2016, Luca Claudio (con 5.252 consensi, pari al 52,33%), superò Monica Lazzaretto che raccolse 4.785 suffragi (il 47,67%).

La storia delle sfide dirette per la poltrona di sindaco aponense inizia il 20 giugno 1993 quando il post comunista Cesare Pillon (5.496 voti, il 54,44%) piega la resistenza del dc Armando Gennaro (4.599, il 45,56%).

L’11 maggio 1996 Pillon si conferma con 6.593 voti (il 67,43%), superando Aldo Espro (3.184 consensi, pari al 32,57%). Nel 2001 è Giovanni Ponchio, del centrosinistra, che con 6.566 surclassa Marino Massarotti del centrodestra (4.278, il 39,45%). Cinque anni dopo il ribaltone: il forzista Andrea Bronzato sfiora i 6 mila voti (5.885, il 62,80), cancellando i sogni di gloria di Dario Verdicchio, che si accontenta del 37,20% (3.486 consensi).

Il 29 maggio 2011 Luca Claudio raggranella 5.334 consensi (il 51.04) e batte per 218 voti Gian Pietro Bano, alfiere del centrosinistra, che si ferma a 5.116 (il 48,96%). Possibile che stasera i due avversari si contendano la vittoria sul filo di lana.