Picchiata e violentata per ore, arrestato dalla polizia l'aggressore

Giovane padovana sente bussare alla finestra in piena notte, l'ospite dei vicini la aggredisce

PADOVA. Violentata e picchiata di notte dallo sconosciuto che bussa alla sua porta. Incubo per una ragazza di 23 anni, che abita in via Bembo. Un incubo durato tante ore.

Alle 13,30 di venerdì questa ragazza padovana telefona in lacrime all 113, raccontando di essere stata violentata.  Verso le 4 ha sentito bussare alla finestra dell'alloggio al piano terra in cui abita. Era un tunisino, ospite dei vicini.

Lei lo conosceva di vista ma non gli ha mai dato confidenza. l'altra notte però ha aperto la finestra e lui è entrato. L'ha picchiata e chiusa a chiave in bagno. Poi l'ha fatta uscire, ha rovesciato tavoli e sedie e ha minacciato di dare fuoco alla casa.

Le ha portato via il telefono quando lei ha cercato di chiamare aiuto,  poi l'ha costretta a un rapporto sessuale completo ed  è andata avanti così fino alle 12 del giorno dopo, quando lui è uscito.

L'uomo è tornato prima a casa degli amici che lo ospitavano e poi è uscito di nuovo. La polizia lo ha rintracciato poco lontano, in via Bembo, a una fermata dell'autobus. Il violentatore si chiama Kikari Marwen.

La ragazza è stata accompagnata in ospedale ma a parte alcuni lividi e contusioni non ha altre ferite. Tutti i lividi, comunque, sono compatibili con il suo racconto.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi