Bitonci ritira la querela contro Pieressa

CITTADELLA. Sette anni fa aveva dichiarato guerra all’avvocato Massimo Pieressa, sempre in prima fila nelle battaglie sui diritti civili. E lo aveva querelato per diffamazione. Ieri la decisione da...

CITTADELLA. Sette anni fa aveva dichiarato guerra all’avvocato Massimo Pieressa, sempre in prima fila nelle battaglie sui diritti civili. E lo aveva querelato per diffamazione. Ieri la decisione da parte di Massimo Bitonci di fare dietro front. E di revocare la querela. Sette anni di battaglia finita nel nulla. La colpa di Pieressa (tutelato dall’avvocato Annamaria Alborghetti)? Nell’ambito di un ricorso in prefettura aveva accusato l’allora sindaco di Cittadella, Bitonci, di incompatibilità (in quanto primo cittadino di un Comune con più di 20 mila abitanti e deputato) e di eccesso di potere. La procura di Padova aveva proposto l’archiviazione della denuncia, ma Bitonci si era opposto. E così Pieressa è finito a processo davanti al giudice di pace Silvia Tammeo. Nella prima udienza, dedicata a un’eventuale conciliazione, l’ex sindaco cittadellese si è costituito parte civile con l’avvocato Ernesto De Toni. Nella seconda, ieri, l’inaspettato ritiro della querela firmata nel 2010. All’epoca Pieressa assisteva un ex prete italo-statunitense: nel passato era inciampato in un’inchiesta per pedofilia e Bitonci gli aveva negato la residenza. Pieressa era ricorso contro il diniego e la prefettura gli aveva dato ragione. (cri.gen.)

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi