Quindicenne «Mi hanno aggredita»

CONA. È tornata a casa terrea in volto e con la voce mozzata dallo spavento. «Mi hanno aggredita, sono scappata» ha detto la quindicenne ai genitori. Erano stati due ragazzi di colore, ha raccontato...

CONA. È tornata a casa terrea in volto e con la voce mozzata dallo spavento. «Mi hanno aggredita, sono scappata» ha detto la quindicenne ai genitori. Erano stati due ragazzi di colore, ha raccontato lei, presumibilmente profughi di Conetta, a fermarla, sull’argine dell’Adige, bloccandola con le bici. «Cosa volete?» aveva chiesto, ma per risposta aveva ricevuto solo delle frasi in inglese che non aveva capito. Poi l’avevano strattonata e lei era caduta, lacerandosi anche il giubbotto. Aveva chiamato aiuto e qualcuno era uscito di casa. A quel punto i due giovani di colore erano scappati. L’episodio è accaduto mercoledì, verso le 17, sulla strada arginale dell’Adige, nella frazione cavarzerana di Rottanova. Il padre della ragazza, ieri mattina, ha cercato subito il sindaco di Cavarzere, che però era fuori Comune per altri impegni, e poi il sindaco di Cona, al quale ha raccontato tutta la vicenda. Quindi si è recato dai carabinieri per la denuncia. Ora saranno i militari a svolgere le indagini. La voce dell’accaduto si è sparsa immediatamente a Cona, Bagnoli e Agna (il cosiddetto “distretto dei profughi”) suscitando allarme e preoccupazione. (di.deg.)

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi